Crea sito

I servizi tv per il libro “Un rifugio vicino al cielo”

I servizi tv per il libro “Un rifugio vicino al cielo”

BergamoTv e Aurora Cantini per il libro “Un rifugio vicino al cielo”

In questi giorni molte emozioni hanno riempito il mio cuore…

Come non ringraziare BergamoTv e Micaela Carrara per il bellissimo reportage ad Ama, altopiano Selvino Aviatico, dedicato al libro “Un rifugio vicino al cielo” e alle famiglie ebree che qui hanno trovato salvezza e rifugio per due anni? Fotografie che rimarranno per sempre nel mio album del cuore!

Bergamo, grazie! La nostra terra, le nostre radici!

Aurora Cantini e Micaela Carrara BergamoTv
Foto di gruppo con Aurora Cantini e accanto il sindaco di Aviatico Mattia Carrara, Micaela Carrara e Roberto Persico per BergamoTv
Aurora Cantini racconta a BergamoTv
BergamoTv

Ecco il servizio di Bergamo Tv, del programma Gente e Paesi dedicato al nuovo libro di Aurora Cantini, “Un rifugio vicino al cielo” Silele edizioni. La storia vera della famiglie ebree nascoste ad Ama con riprese dei luoghi e la narrazione dettagliata della storica e scrittrice Aurora Cantini.

RADIOTELEVISIONE SVIZZERA ITALIANA

UN RIFUGIO VICINO AL CIELO, la storia delle famiglie ebree salvate dagli abitanti di un intero paesino delle Orobie Bergamasche

Si intitola ‘Un rifugio vicino al cielo’ ed è la storia di cinque famiglie italiane di religione ebraica che tra il 1943 e il 1945, grazie all’aiuto di un intero paesino delle Orobie Bergamasche, sfuggirono alla deportazione. Un libro che porta alla luce un segreto custodito per decenni, che salvò la vita a 17 persone.

Erano famiglie con bambini, genitori e nonni. Per sottrarsi all’orrore dell’olocausto, avevano tentato invano di fuggire in Svizzera prima di nascondersi ad Ama, frazione di Aviatico, dove abitarono nelle case messe a disposizione da alcuni paesani, che li protessero con il loro silenzio. Silenzio che non ruppero nemmeno una volta finita la guerra.

“Di quelle famiglie e quei bambini oggi sono rimasti pochi sopravvissuti ormai anziani”, scrive l’autrice del libro Aurora Cantini. “Eppure, grazie ad una meticolosa ricerca, insieme, si è riusciti a ricostruire, anche solo parzialmente, le vicende di cui tutti sono stati protagonisti”.

“Un rifugio vicino al cielo. La storia delle famiglie ebree nascoste dal 1943 al 1945 ad Ama” è corredato da fotografie e documenti. Riporta una storia “tragica eppure ricca di valori e di coraggio”, prosegue Cantini. Nacque da semplici gesti di solidarietà e generosità dei paesani. Con “l’aiuto dei giovani alpini ricercati”, loro stessi in pericolo di fucilazione, che non esitarono a nascondere i bambini ebrei e i loro familiari nelle grotte sotto il paese “quando giungeva la notizia di un imminente rastrellamento da parte dei nazifascisti”.

E così, nonostante i quattro presidi militari in un paesino nelle vicinanze, quella solidarietà e quel silenzio riuscirono a salvare 17 vite”.  @Nicoletta Gemnetti per RadioTelevisione Svizzera Italiana

Tv Svizzera La storia delle cinque famglie ebree rifugiate ad Ama

Tutti i contenuti e foto  sono stati creati e curati da me (Aurora). Tutte le foto, gli articoli e i testi presenti sul sito sono di proprietà dell’autore/amministratore, salvo diversa indicazione di autore/proprietario. È vietata la riproduzione.