La Madonnina russa nella roccia della Cornagera

La Madonnina icona con la data incisa 18-9-44, nel fondo della Cornagera

La Madonnina russa nella roccia della Cornagera Una escursione sulla Cornagera è agile e gradevole. Superati i boschi di media montagna odorosi di ciclamini, chiusi dalle volte degli alberi, improvvisamente si apre lo scenario celeste e Lei, questa antica scogliera Continua a leggere La Madonnina russa nella roccia della Cornagera

Una targa per don Giovanni Carrara, ucciso il 29 gennaio 1945 nel mitragliamento al treno della Valle Seriana

Una targa per don Giovanni Carrara, ucciso il 29 gennaio 1945 nel mitragliamento al treno della Valle Seriana Mitragliamento al treno, il ricordo di don Giovanni Carrara Una targa è stata affissa giovedì 25 aprile su una delle antiche case Continua a leggere Una targa per don Giovanni Carrara, ucciso il 29 gennaio 1945 nel mitragliamento al treno della Valle Seriana

Una ragazza e il suo primo tailleur in tempo di guerra

Una ragazza e il suo primo tajer in tempo di guerra a Ganda di Aviatico. Un misterioso sarto visse da sfollato a Ganda nel 1943 con la sua inseparabile macchina di cucire. Accanto a lui la giovanissima Clemens Noris, mamma di Aurora Cantini, con la mano appoggiata alla staccionata. Le ragazze di Ganda impararono a cucire. Continua a leggere Una ragazza e il suo primo tailleur in tempo di guerra

La tomba dello sconosciuto soldato slavo che riposa a Trafficanti

La tomba dello sconosciuto soldato slavo che riposa a Trafficanti L’infuriare della Seconda Guerra Mondiale ha portato sconvolgimenti e tragedie infinite anche sull’Altopiano Selvino Aviatico, Orobie Bergamasche. A Ganda, il giorno di Ferragosto del 1944 ci fu una incursione fascista Continua a leggere La tomba dello sconosciuto soldato slavo che riposa a Trafficanti

Lo scrittore Isidoro Perin commenta “Il bambino con la valigia rossa”

  Lo scrittore Isidoro Perin commenta “Il bambino con la valigia rossa“ romanzo di Aurora Cantini Quella valigia così grande, così rossa, ai piedi di Pietro ormai cresciuto, avremo voluto conoscerla meglio, ma Aurora l’ha nascosta fino al finale, dove Continua a leggere Lo scrittore Isidoro Perin commenta “Il bambino con la valigia rossa”

La guerra nemica giurata dell’infanzia e quei bambini con la valigia

La guerra, nemica giurata dell’infanzia, e quei bambini con la valigia “Una Valle in lettura, gli autori incontrano i lettori” è la proposta culturale della Biblioteca di Piazza Brembana (BG) con la direzione di Sandro Seghezzi, volta a portare tra Continua a leggere La guerra nemica giurata dell’infanzia e quei bambini con la valigia

A Nembro la memoria dell’ex Brefotrofio di Bergamo nel romanzo sull’infanzia abbandonata

A Nembro la memoria dell’infanzia abbandonata dell’ex Brefotrofio di Bergamo narrata nel romanzo “Il bambino con la valigia rossa” SCHEDA DEL ROMANZO Il bambino con la valigia rossa Il 25 maggio il romanzo di Aurora Cantini, “Il bambino con la Continua a leggere A Nembro la memoria dell’ex Brefotrofio di Bergamo nel romanzo sull’infanzia abbandonata

Recensione per il romanzo “Il bambino con la valigia rossa” presentato a Bergamo

Recensione per il romanzo “Il bambino con la valigia rossa” presentato a Bergamo (parole di Pierluigi Ambrosini, critico e scrittore)           “Quei bambini sperduti su una zattera           che non regge alla furia delle acque” (Pl. Ambr.) “Il libro “Il Continua a leggere Recensione per il romanzo “Il bambino con la valigia rossa” presentato a Bergamo

IL BAMBINO CON LA VALIGIA ROSSA, il romanzo sull’infanzia abbandonata al Brefotrofio di Bergamo

IL BAMBINO CON LA VALIGIA ROSSA,  romanzo sull’infanzia abbandonata  al Brefotrofio di Bergamo durante la Seconda Guerra Mondiale Autore Aurora Cantini (Silele Edizioni, 2016) Il romanzo percorre gli anni dal 1943 al 1952 a Bergamo, con sfondo centrale i fatti Continua a leggere IL BAMBINO CON LA VALIGIA ROSSA, il romanzo sull’infanzia abbandonata al Brefotrofio di Bergamo

Storie di Natale: dall’inverno russo la Madonna del Don e i suoi alpini

Rivista L'Alpino: la Madonna del Don

STORIE DI NATALE: DAL FREDDO INVERNO RUSSO LA MADONNA DEL DON AGLI ALPINI ancora oggi silenziosa raccoglie i pianti invisibili di ogni mamma e  ci ricorda che tutti noi siamo stati Figli È inverno, silenzio bianco sulle alture e fuoco Continua a leggere Storie di Natale: dall’inverno russo la Madonna del Don e i suoi alpini