Songavazzo la casetta dei libri nel bosco ha la porta aperta sulle storie del mondo

SONGAVAZZO,

LA CASETTA DEI LIBRI NEL BOSCO

ha la porta aperta  sulle storie del mondo

Il Massiccio della Presolana e il paese di Castione, Alta Valle Seriana, Bergamo
Il Massiccio della Presolana e il paese di Castione, Alta Valle Seriana, Bergamo
Dintorni del paese di Songavazzo, Alta Valle Seriana, Bergamo
Dintorni del paese di Songavazzo, Alta Valle Seriana, Bergamo

A Songavazzo, in un paesino dell’Alta Valle Seriana cullato dalla mole del Massiccio della Presolana, Orobie Bergamasche, vi è la Casetta dei libri. È situata poco fuori l’abitato, sulla strada che cinge le abitazioni come una cintura, all’inizio del sentiero che si inoltra nel bosco di pini e abeti. Appare come una piccola costruzione voluta dall’Amministrazione Comunale e realizzata da un abitante del paese di Castione della Presolana, appassionato di lavorazione artigianale.

TUTTO IN LEGNO

Interamente costruita in legno duro e solido come lo sono gli alberi di queste montagne, semplice e dimessa nel suo mostrarsi allo sguardo, così simile a quelle del mondo di Jack London, cela al suo interno il Portale sull’infinito. Centinaia e centinaia di libri, tutti donati liberamente, allineati sugli scaffali aperti, tra il profumo di carta e resina di pino, sussurrano nel vento della sera, nello stormir di foglia, nel tramestio degli animali del bosco e attendono di essere letti.

Una casetta nel bosco, Altopiano Selvino Aviatico
Una casetta nel bosco, Altopiano Selvino Aviatico

NESSUN LITIGIO

Nessun litigio tra questi eterni viaggiatori del cuore provenienti da ogni angolo della terra. Nessuna pretesa di attenzione, nessuna classifica. Semplicemente autori conosciuti e amati stanno ben disposti accanto ai meno noti,  Stephen King e Giacomo Leopardi, Emilio Salgari e Alessandro Dumas, Patricia Cornwell e Jane Austin, e poi la Bibbia e i Quindici, Senza Famiglia o Haidi, Pattini d’Argento e Cime Tempestose. I libri sono pazienti e tolleranti, nessun traguardo da raggiungere se non quello di essere letti, amati, gustati e vissuti.

Come diceva Emilio Salgari: “Leggere è viaggiare senza il peso della valigia”.

Un libro nel bosco
Un libro nel bosco

NIENTE TESSERE

Niente tessere, né registrazioni, solo buona educazione e ordine. I lettori vengono a piccoli passi, bambini con i nonni durante la passeggiata, mamme con i passeggini dopo la spesa, adolescenti con l’ipod e le scarpe da ginnastica, adulti dopo il turno di lavoro.

Chi giunge  quassù accarezza leggermente ogni copertina, fino a scegliere il libro che fa al caso proprio, da portare a casa, come un amico in visita. Ognuno sa che loro, i libri, sapranno accogliere e consolare, avvincere e commuovere, ma anche abbracciare come solo un amico sa fare, distendendo le rughe delle preoccupazioni quotidiane, sciogliendo le articolazioni stanche, spianando i dilemmi, allontanando il buio del cuore.

UNA CASA SEMPRE APERTA

La casetta dei libri è sempre aperta, in estate dà frescura e quiete, in inverno infonde calore e luce che riverbera sul candido manto della neve. Questo desiderio realizzato da più di due anni, è chiuso da tronchi e pannelli, ma si apre sulla radura da cui si scorgono caprioli e volpi, ranuncoli selvatici e ciclamini.

Un lume acceso, a lampada, getta un alone morbido e caldo sulle pareti in legno, e oltre le piccole finestre il bosco racconta le sue storie, che i libri catturano sulla carta. Poco più in basso, il paese si illumina nella sera, e tutto pare più bello, il mondo pare più buono, la vita pare più gentile.

UNA VITA PIÙ GENTILE

Il giorno dopo ognuno ricomincerà la ricerca del proprio posto sgomitando e correndo, ansanti. Ma lì, nella Casa dei libri, finalmente c’è un posto dove il cuore ritrova la propria ombra, e le lacrime si fanno diamanti. Un posto solo nostro, tra la terra e le radici che ci avvincono e sostengono. Il posto come dice una canzone “chiamato mondo”.

L'Eco di Bergamo
L’Eco di Bergamo

Se si vuole approfondire si può cliccare qui: Il pianto dei libri, oppure per scoprire i pensieri dei bambini: Cosa  cercano i bambini dentro un libro  e anche Perchè si scrive.

I commenti sono chiusi