“I rami degli alberi” legano la terra al cielo nella poesia vincitrice a Lucca

“I rami degli alberi”

legano la terra al cielo

nella poesia vincitrice a Lucca

11535922_1072876596074299_3410998245274825557_nDomenica 31 maggio

presso la Sala del Centro Parrocchiale di Pontetto – Lucca-

si è tenuta la premizaione della 7^ Edizione del Concorso di poesie e racconti

“Marino Matteoni”

alla memoria del concittadino, maestro e educatore

organizzato dalle Associazioni Culturali

“Paesi & Quartieri Lucca”, “Pons Tectus” e “Umbrina”

con il patrocinio della Provincia di Lucca

e della Città di Lucca

 

1° premio poesiaPer la Sessione1 Poesia

Primo Premio alla lirica “I rami degli Alberi”

di Aurora Cantini, Bergamo

I rami degli alberiLa poesia è stata scritta appositamente per la personale pittorica di Carla Santomauro “Terramadre, l’incantevole armonia della natura” inaugurata alla Cascina Centro Parco Nord, nell’ambito delle iniziative correlate alla giornata di apertura di EXPO 2015 del Primo Maggio.

“I rami degli Alberi” richiama l’albero della vita che svetta centrale sui padiglioni di EXPO, perché, come ribadisce la pittrice Carla Santomauro “la sopravvivenza del Pianeta dipende dalla terra.”
E dalla terra si dipanano diciotto opere olio su tela che raffigurano scorci e angoli, anche inediti, del Parco Nord, il quale, accanto alle guglie lucenti del Duomo o alle merlettature del Castello Sforzesco, sarà uno tra i protagonisti degli sguardi ammirati dei milioni di visitatori alla città di Milano.
I diciotto dipinti olio su tela hanno trovato voce, nella sede espositiva, anche grazie agli interventi poetici della poetessa bergamasca Aurora Cantini, scritti appositamente per l’evento in relazione anche all’EXPO e letti durante il momento dell’inaugurazione.

Carla Santomauro e Aurora Cantini all'inaugurazione della mostra pittorica "Terramadre" in relazione ad EXPo il Primo Maggio, Cascina Parco Nord Milano
Carla Santomauro e Aurora Cantini all’inaugurazione della mostra pittorica “Terramadre” in relazione ad EXPo il Primo Maggio, Cascina Parco Nord Milano

“Con Aurora” spiega la pittrice “ci siamo conosciute in Valle Seriana, precisamente sull’Altopiano Selvino Aviatico, Orobie Bergamasche, nel paesino di Amora, dove entrambe abbiamo casa, ed è nato subito un bel sodalizio artistico. Lei scrive libri di poesia e sulla montagna, io dipingo. Dipingo per liberare qualcosa che ho dentro, per realizzare qualcosa di me che possa restare. L’attività artistica può liberarci, è uno spiraglio per comunicare all’esterno i nostri stati d’animo più reconditi”

IL  VALORE SOLIDALE

Il Comitato organizzativo ha voluto dare al Concorso un valore solidale, in linea con i principi globali della Poesia, chiave per aprire le porte alla fratellanza universale e alla solidarietà. Per questo si è scelto di premiare gli autori con un’opera in ceramica realizzata dai ragazzi diversamente abili  della Cooperativa Sociale “Cose e persone” di Lucca, i quali hanno accompagnato il loro lavoro con questo messaggio: “Ogni oggetto racconta una storia. La nostra storia. Fatta di impegno, fantasia e capacità produttiva. Perché l’handicap non è solo un problema”

IMG_5467

DSCF2157DSCF2152

2 thoughts on ““I rami degli alberi” legano la terra al cielo nella poesia vincitrice a Lucca

  1. In questo articolo e con la tua foto sul balcone di Amora, i rami degli alberi legano la montagna, il mare e la città. Ma ancora più bello legano le diverse capacità artistiche in una universalità che è proprio il significato più profondo dell’EXPO.
    Brava come sempre Aurora!
    Un abbraccio
    Luciana

    • Voci di donne per l’arte, dalla montagna alla pianura, sono orgogliosa di poter condividere con persone di grande profondità le magie della natura e della terra di Lombardia. Grazie Luciana! Aur