Sciesopoli Selvino: dall’1 al 4 maggio rivive l’antica colonia di montagna, tra memorie e ricordi

SCIESOPOLI SELVINO

dall’1 al 4 maggio

rivive l’antica colonia di montagna

e i suoi bambini salvati,

tra memorie e ricordi

Il Progetto, organizzato dagli Assessorati al Turismo e alla Cultura del Comune di Selvino, è denominato “I BAMBINI DI SELVINO, storia della Colonia montana”  e vede la collaborazione con l’Istituto Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Bergamo (ISREC) e il Museo Storico della Città, oltre alla Fondazione Bergamo nella Storia Onlus.

2014-05-02_133800LA PRESENTAZIONE DELL’EVENTO

Scrive lo storico G. Marco Cavallarin, promotore della Petizione “Perché duri la memoria di Sciesopoli”, già presentata in occasione della Giornata della Memoria, I bambini ebrei della Sciesopoli di Selvino:

“Quattro giorni di mobilitazione culturale e popolare intorno a Sciesopoli: una serie di incontri, conferenze, mostre, proiezioni di documentari, passeggiate fino a Sciesopoli (che rimarrà però chiusa per ragioni di sicurezza), una piccola esposizione di materiale documentario proveniente dall’Archivio Comunale di Selvino, ecc.

Insomma, una grande festa che cadrà nei giorni anniversari della fine, in Europa, della Seconda Guerra Mondiale. Organizzate quei giorni per venire a godere della storia di straordinaria umanità che vide tutte le forze sociali e civili della neonata democrazia italiana impegnate nel soccorso degli 800 orfani ebrei scampati ai campi di concentramento e di altri ex deportati che furono ricoverati a Selvino.
Nelle scuole di Selvino inizia un percorso di formazione sulla storia di Sciesopoli che porterà a un primo risultato visibile tra l’1 e il 4 maggio. Inizia così il lavoro di conservazione e trasmissione della memoria e della conoscenza storica auspicato dalla nostra petizione e dal buon senso.”

GLI INTERVENTI

Durante le tre giornate si alterneranno alla Sala Congressi, oltre a Marco Cavallarin, l’artista Giovanni Rubini (1 Maggio), Silvana Agazzi e Carlo Visentin del Museo Storico, Carlo Spartaco Capogreco della Fondazione Ferramonti, il testimone Walter Mazzoleni, Elisabetta Ruffini dell’ISREC Bergamo, Carlo Salvioni per il Comitato Bergamasco Antifascista, Giuseppe Valota dell’ANED Sesto San Giovanni, il regista Enrico Grisanti (2 maggio), la scrittrice Aurora Cantini e l’artista Laura Morelli (3 maggio).

 L’ARTICOLO SU SCIESOPOLI

2014-04-30_173249

LA MIA POESIA PER SCIESOPOLI

Sciesopoli nella nebbia 

Cartolina d'epoca di Giuseppe Pino Bertocchi: la Sciesopoli

IL MIO RACCONTOSTORIA

Sciesopoli -Mille e una Bergamo-

Sciesopoli, quel palazzo a Selvino per i bambini di ogni tempo

È un omaggio agli abitanti di Selvino e Aviatico che hanno ancora nel cuore e nella mente la “Sciesopoli”, un pezzo della loro Vita, ai muratori che negli Anni Trenta l’hanno costruita, alle inservienti, alle cuoche, alle “maestrine” dei bambini che in quel maestoso palazzo nel verde dell’Altopiano bergamasco trascorsero parte della loro infanzia. Io non sono una storica, ma spero di aver trasmesso sulla carta il cuore palpitante di chi ha posto un tassello alla Storia.

LA FOTOGALLERY DELL’EVENTO

poetessa_Aurora_Cantini_(2)

poetessa_Aurora_Cantini

La stele con i nomi dei soci perpetui della Fondazione Tonoli e Melloni, 1932

La targa di gemellaggio

Sciesopoli 3 maggio: Marco Cavallarin con il Vice Sindaco Angelo Bertocchi e la regista Laura Morelli

Qui il link per vedere tutte le fotografie delle giornate 1-4-maggio Sciesopoli Selvino

La photogallery sul sito del Comune di Selvino

IL VIDEO DEL TG1 DEL 8 NOVEMBRE 2014

Sciesopoli, il miracolo dimenticato

PER SAPERE TUTTE LE NOTIZIE SULLA SCIESOPOLI

http://www.sciesopoli.com/?p=729

 

 


 

 

 

    I commenti sono chiusi