“Oltre la curva del tramonto” a Nembro la presentazione del libro di poesie di Aurora Cantini

“Oltre la curva del tramonto”

a Nembro

la presentazione del nuovo libro di poesie

di Aurora Cantini

venerdì 16 maggio ore 20.30

Centro Cultura Piazza Italia

I versi poetici verranno arricchiti dalla visione di immagini significative

e angoli suggestivi dell’Altopiano Selvino Aviatico

16 maggio, Nembro 

L’ARTICOLO SU L’ECO DI BERGAMO

L'Eco di Bergamo per "Oltre la curva del tramonto"

“Sono legata alla mia terra di montagna come una radice sospesa, la sento vibrare in me in ogni respiro di vento, in ogni scricchiolare di foglia, in ogni sentiero nascosto. Ho ascoltato le poesie degli alberi frondosi che muovendosi nel dolce tramonto estivo cullavano i miei sogni bambini, o quando, carichi di neve, svettavano al cielo e mi portavano fin lassù, nell’azzurro, con le loro lunghe dita di diamanti. Mi raccontavano, mi consolavano, mi inebriavano di vita, mi amavano teneramente, silenziosamente e per sempre, portandomi oltre la curva del tramonto, fino a raggiungere le stelle. E ora che scrivo poesie e storie, so che lo devo alla Terra, alle mie montagne.” (AurCant)

LA POESIA

OLTRE LA CURVA DEL TRAMONTO 

Oltre la curva del tramonto si apre la strada del ritorno,

un ritorno sofferto e taciuto,

come conservato nel fagotto del pianto

e lasciato sulle spalle

del giorno che muore.

 (…)

(Da “Oltre la curva del tramonto”, poesie)

Il paesino di Amora di Aviatico sotto l'arcobaleno, foto di Giuseppe Pino Bertocchi
Amora nella foto di Giuseppe Pino Bertocchi

INFORMAZIONI SUL LIBRO

Oltre la curva del tramonto“ (LietoColle Editore, 2014)

L’EVENTO

Sul sito della Casa Editrice “LietoColle”: La Presentazione

L’evento si può trovare anche su

  Didove.it  e  Vivalavita.eu

Aurora Cantini a Nembro
Aurora Cantini
Aurora Cantini a Nembro
Aurora Cantini

IL COMMENTO DI CHI C’ERA

“Venerdì scorso ho coronato uno splendido giorno trascorso con i parenti, con una ancora più coinvolgente ed emozionante serata ascoltando poesie a dir poco magiche.
Tutti i presenti sono stati rapiti dal fluire armonioso dei versi e in più momenti la commozione ha avuto il sopravvento.” (Professoressa Angela Rota, Pradalunga)

 

I commenti sono chiusi