Museo Memoriale Sciesopoli Ebraica-La Casa dei Bambini di Selvino

Museo Memoriale Sciesopoli Ebraica-La Casa dei Bambini di Selvino

27 ottobre 2019

Inaugurazione Museo Memoriale Sciesopoli Ebraica-La Casa dei Bambini di Selvino

Dopo diversi anni di impegno profuso per salvare la memoria di Sciesopoli e dei suoi orfani sopravvissuti alla Shoah, domenica 27 ottobre 2019, si è inaugurato nell’edificio comunale di Selvino il  museo “Sciesopoli Ebraica-La Casa dei Bambini di Selvino” che vuole raccontare una storia di rinascita e di speranza.

Sciesopoli Selvino, quel palazzo dove i bambini di ogni tempo e di ogni luogo ritrovarono la libertà e il gioco

Tra il 1945 e il 1948 grazie agli Alleati, al CLN di Milano, all’opera di Raffaele Cantoni e Luigi Gorini, nella colonia fascista chiamata “Sciesopoli” di Selvino, sono stati accolti circa 800 bambini e ragazzi ebrei, sopravvissuti alla Shoah.
Qui hanno ritrovato la vita dopo essersi salvati dalla violenza nazifascista e dalla Shoah, ormai senza più famiglie né abitazioni dove tornare. Qui hanno ritrovato le proprie identità e iniziato a guardare al futuro.
Per un paradosso della storia, il grande edificio disegnato dall’architetto Paolo Vietti Violi nel 1932, dove si educavano i giovani al fascismo, è diventato il luogo di rinascita delle vittime di quella stessa ideologia.
Dopo il 1948 Sciesopoli ha continuato a svolgere un ruolo importante come colonia estiva e, durante l’anno scolastico, anche come scuola materna ed elementare per bambini bisognosi: si calcola che nell’arco di quasi quarant’anni abbia ospitato almeno 70.000 bambini.
La colonia è stata chiusa nel 1985, ma non si è mai esaurito il ricordo di questa storia, tenuto vivo dai selvinesi, dai testimoni diretti e dai loro eredi.
Con la scomparsa di molti dei bambini vissuti a Sciesopoli, si è sentita la necessità di raccogliere le loro storie con libri, ricerche, documentari, mostre, attività, culminati nel settembre del 2015 nel grande incontro per i settant’anni della presenza ebraica.
Con questo Museo la storia dei Bambini di Selvino, che a Sciesopoli hanno ritrovato la loro infanzia rubata, è messa a disposizione di tutti per mantenerne viva la loro memoria e il loro messaggio di speranza.
Questo è un fondamentale passo per riportare l’edificio d Sciesopoli alla vita e alla sua vocazione assistenziale e sociale, nel prendersi cura dei  minori e delle persone bisognose, affinché torni ad essere la grande “Casa dei Bambini di Selvino”.
Il museo sarà visitabile per i cittadini e le scuole, scrivendo una mail al Comune di Selvino.

IL PROGETTO

Progetto promosso dal Comune di Selvino
Sindaco Diego Bertocchi
Consigliere delegato a Sciesopoli Virginia Magoni

In collaborazione con:
Associazione Figli della Shoah
CDEC – Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea
Children of Selvino Association
FBCEI – Fondazione Beni Culturali Ebraici in Italia
UCEI – Unione delle Comunità Ebraiche Italiane
MiBACT – Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo
Segretariato regionale per la Lombardia

Allestimento e grafica:
Andrea Costa
Giovanna Latis

Testi:
Aurora Cantini (Sciesopoli assistenziale)
Marco Cavallarin (Sciesopoli Ebraica, Recupero della memoria)
Andrea Costa  (Sciesopoli fascista)

Video: Enrico Grisanti Mappa: Mario Camerini

Traduzioni: Studio Interpreti di Silvia Hassan, Milano

IL GRUPPO DI LAVORO

Andrea Costa, Laura Magnati, Marco Cavallarin, Giorgio Mortara, Enrico Grisanti, Aurora Cantini, Bernardino Pasinelli

Coordinatore il Consigliere Delegato a Sciesopoli Virginia Magoni

Il Gruppo di Lavoro per Museo Sciesopoli
Museo Sciesopoli, il Gruppo di Lavoro

LA POESIA DEDICATA A SCIESOPOLI

I commenti sono chiusi