I luoghi segreti della Lombardia raccontati in una antologia

I luoghi segreti della Lombardia raccontati in una antologia

I racconti segreti della Lombardia

“Ci sono storie non conosciute, sepolte, ma che vogliono emergere. Storie che hanno profonde radici lombarde, di luoghi, di emozioni, di miti. Ci passano davanti senza attirare l’attenzione, ma sono lì, pronte per essere scoperte. Historica Edizioni le ha raccolte in questo volume, dove numerosi autori lombardi hanno prestato la loro voce per diffondere il alto più segreto e intrigante della loro regione.” (Prefazione dell’antologia)

Una raccolta di angoli storici e culturali dal titolo “I racconti segreti della Lombardia” ultimo atto del concorso letterario “Lombardia segreta”.

Concorso letterario “Lombardia segreta”
Alcune copie dell’antologia “I racconti segreti della Lombardia”

Si inizia con il viaggio nella Villa di Monza con  i suoi giardini, si prosegue con il racconto che narra la costruzione di una chiesa da parte di Giovanni Crivelli nel 1482. Ci si inoltra alla scoperta del Parco dei Borromei, poi il Cerchio del Segrino, la lastra di confine…

Si entra nel carcere di San Vittore per poi sostare lungo il Naviglio. Tra le varie storie dimenticate anche “Quella lapide antica” scritta da Aurora Cantini e dedicata al giovane bergamino diciottenne, Modesto Carrara, partito dal Borgo di Predale, oggi quasi sepolto dai rovi (Altopiano Selvino Aviatico) per salire in alpeggio sui monti del Rifugio Calvi e mai più tornato a casa.

Il ragazzo di Predale e la sua lapide sul sentiero verso il rifugio Calvi

Modesto Carrara nato a Predale e morto al Calvi
“Quella lapide antica”

Avvincenti i passaggi che parlano dei Re Magi a Milano o del trono di Tarantasio, come pure della Pusterla di Sant’Ambrogio. Molte narrazioni e saggi, aventi come tema una storia, un luogo, un paese, una città, un monumento, un personaggio sconosciuti o poco noti da scoprire e valorizzare. La villa del Conte Pirro I Visconti Borromeo a Lainate è misteriosa e segreta, mentre la struggente vicenda legata alla contessa Ida Cavalli Visconti Modrone incanta e conquista. Ci sono le lettere dal passato o la leggenda del monaco senza piedi, la chiesetta del Rio Frate, passando per i ragazzi di San Maurizio. Besanosaurus evoca ere quasi mitologiche, come anche il drago del Gerundo ormai scomparso.

Il diploma d’onore a Cantini Aurora per il concorso “I racconti segreti della Lombardia”

I girasoli di Lambrate non hanno perso il loro colore e Boarezzo c’era una volta. Barbarossa e Napoleone hanno dato un aloro impronta alla Lombardia, insieme alla sposa di Garibaldi, Giuseppina Raimondi. Per finire ancora si cerca il tesoro di Bolladello.

“Lombardi segreta” magica ed etera oltre il rumore dei suoi milioni di abitanti, “Lombardia del silenzio e del sogno” per evocare la nostra radice fin nel cuore della terra.

    2 thoughts on “I luoghi segreti della Lombardia raccontati in una antologia

    1. grazie per questa interessantissima segnalazione
      Mi procurerò senz’altro il libro anche per leggerlo al mio nipotino che è grande appassionato di storie passate e di leggende.
      Un abbraccio Luciana

      • Grazie a te Luciana, per la tua sempre viva attenzione verso la nostra terra!
        Aurora