Le donne senza più patria raccontate in poesia

Le donne senza più patria raccontate in poesia

1498148_migranti

A Treviglio si è svolta la premiazione della Tredicesima Edizione del concorso nazionale di Poesia “Enrico Brianza” organizzato da ANTEAS (Associazione Nazionale Tutte le Età Attive per la Solidarietà). È stata premiata la poesia dedicata a tutte le donne senza più patria tratte in salvo dal mare, assistite dai soccorritori. Il titolo è “Sono una foglia su una zattera” di Aurora Cantini, che si è classificata seconda.

DSCF3824
Motivazione della Giuria per la poesia di Aurora Cantini

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA

“L’attualità del contenuto e il linguaggio poetico, intriso di immagini forti, incalzanti e di riferimenti all’intimità del quotidiano, offrono al lettore lo spunto per riflettere sul valore della vita, fragile ma preziosa. E sul significato della fratellanza”.

Infatti tantissime donne, molte con i figlioletti in braccio o attaccati alle giacche, intraprendono la via del mare per sfuggire alle guerre, alle carestie, alle persecuzioni, alla miseria.
Tanti, troppi bambini sono morti in questi ultimi mesi. Tante, troppe donne sono scomparse sui barconi della morte. Gettate fuori bordo, lasciate annegate nelle gelide acque, avvolte dai loro veli, come un sudario che le ha imprigionate. Sono chiamate Le infinite stragi del mare
.

LA POESIA PREMIATA

0001

LA TESTIMONIANZA DI UN SOCCORRITORE

“Se non li vedi non puoi capire. Quegli enormi laghi neri e profondi che sono gli occhi dei bambini. La dignità di una donna che nonostante tutto tenta di lavarsi con una salviettina profumata. Oppure un ragazzo che tiene per mano l’amico con la gamba fratturata. Ma anche il sapore del sale acre sulle labbra, il sudore, l’odore del ferro e l’odore della morte di quel momento di tragica stasi e di silenzio al passaggio dei sacchi neri pieni di corpi, di persone, di sogni, di speranze, di popoli. Siamo ospiti, ospiti di questo mondo, non proprietari.” (Fonte: E Liberali Dal Mare)

LA PREMIAZIONE

RIVA7294
Aurora Cantini premiata a Treviglio
RIVA7300
I Premiati della 13^ edizione del concorso nazionale di poesia “Enrico Brianza” ANTEAS Treviglio

DONNE SENZA PIÙ PATRIA

8010e0af-6ea0-402c-8b4c-707029b7b0c9_xl

Il 60% dei rifugiati e migranti sono donne e bambini

2 thoughts on “Le donne senza più patria raccontate in poesia

  1. Quanto è difficile parlare di amore per i migranti in tempi in cui si alzano continuamente cori di protesta e di rifiuto per queste persone che “persone” non vengono considerate ma pacchi indesiderati da rispedire al mittente!
    Ricordarsi che esistono è importante!
    Grazie cara Aurora
    Luciana

    • Grazie a te, Luciana, che dimostri come ci sono ancora tante persone che riescono a guardare oltre il colore, oltre la lingua, oltre l’apparenza.
      Una mamma che stringe al cuore il suo bimbo per proteggerlo dal freddo, dal buio, dal pericolo, è uguale alla mamma che Duemila anni fa ha stretto al cuore il più indifieso tra i più piccini: Gesù.