Recensione di Anna Carissoni per “Come briciole sparse sul mondo”: il romanzo sull’attentato alle Torri Gemelle entra anche nelle scuole

La Recensione di Anna Carissoni,

scrittrice ed esperta di storia locale

per Come briciole sparse sul mondo

il romanzo sull’attentato alle Torri Gemelle

visto dal di dentro 

Cesare Marcassoli e il suo 11 settembre
Cesare Marcassoli e il suo 11 settembre

Dal quindicinale Araberara n° 2 del 25 gennaio 2013

“Già presentato in numerosi paesi della nostra Provincia e non solo, continua il suo fortunato percorso il romanzo Come briciole sparse sul mondo di Aurora Cantini, la scrittrice e poetessa nembrese di cui già avevamo largamente apprezzato la raccolta di racconti “Lassù dove si toccava il cielo”. Anche stavolta l’Autrice parte dalla sua Valseriana, da un piccolo paese sulla riva destra del Serio, ma stavolta ci porta più lontano, addirittura nella New York sconvolta dal tragico attentato alle Torri Gemelle: ed è proprio lì che si concluderà drammaticamente il viaggio della protagonista della storia, Luisella, diventata anch’essa una delle tante “briciole sparse sul mondo” a causa della tremenda esplosione.

L’ULTIMO SCENARIO DELLA GRANDE MELA

Il romanzo alterna dunque spaccati di vita valligiana e contadina a quelli della caotica routine della “Grande Mela”, diventata l’ultimo scenario della vita di Luisella e, se pure questi suoi  ultimi momenti  sono resi dalla scrittura della Cantini in tutta la loro epica drammaticità, a nostro parere è la vita di paese quella che nel libro viene descritta con maggiore vivezza e naturalezza, anche perché Luisella è ovviamente solo una testimonianza immaginaria di quello che è realmente accaduto, mentre le persone, la vita, i lavori, le stagioni, la bellezza ma anche i problemi del vivere in montagna l’Autrice li ha vissuti e li vive in prima persona e forse per questo la sua scrittura ce li restituisce con particolare autenticità.

UN LIBRO COME UN DIARIO

Il libro è scandito come un diario, arricchito qua e là dai versi di alcune poesie, una “vecchia” passione di Aurora Cantini che proprio con esse ha mosso i primi passi nel mondo della letteratura. Tra di esse, il dolente ma non disperato commiato della protagonista alle persone che le vogliono bene:  “Ma noi siamo proprio lì, appena un passo dietro di voi. Ci siamo, ci saremo sempre, respiriamo la vostra stessa vita, soffriamo il vostro stesso cuore, perché noi siamo voi. E un giorno voi sarete con noi. È la sola unica certezza. Andate avanti e siate pronti. Ci rivedremo”. (An. Cariss.)”

Cesare Marcassoli, Nembro, e il suo 11 Settembre
Cesare Marcassoli, Nembro, e il suo 11 Settembre

La Recensione

Araberara n°2 25 gennaio 2013 Come briciole sparse sul mondo
Araberara n°2 25 gennaio 2013 Recensione di Anna Carissoni per “Come briciole sparse sul mondo”

IL ROMANZO ENTRA ANCHE NELLE SCUOLE

Due incontri dedicati al romanzo “Come briciole sparse sul mondo” presso l’Istituto Superiore “Oscar Romero” di Albino (Bergamo)

Qui la Recensione al romanzo scritta dal professor Giorgio Scudeletti apparsa sulla bacheca dell’ISIS “Romero” di Albino: isisromero.libri e anche sul portale della Casa Editrice Parole in fuga e l’11 settembre.

E ora l’articolo scritto dagli studenti stessi al termine delle attività del Progetto “Monteore” 2013, nel quale rientravano anche i tre interventi riguardanti gli studenti e l’11 settembre.

Qui invece il link della LIBRERIA SCOLASTICA.IT che illustra in vetrina il romanzo “Come briciole sparse sul mondo”libriscuola.cantini aurora.it e qui il link alla Libreria Fernandez.it  dove si può prenotare il romanzo.

I commenti sono chiusi