La sesta Edizione del Concorso Nazionale di poesia “Carmelina Spada” premia la poesia del soldato bergamasco della Grande Guerra

La sesta Edizione del Concorso Nazionale di Poesia

“Carmelina (Carmina) Spada”

premia la poesia in memoria del giovane soldato bergamasco

Caduto nella Grande Guerra

11329817_639120252887429_4207352077975074573_n

Per celebrare il 25° Anniversario della Costituzione dell’Associazione Culturale FabraTerni, è stato bandito il Premio di Poesia intitolato alla Professoressa Carmelina – Carmina Spada socia emerita dell’Associazione.
Al riguardo e per far anche Memoria del Centenario del Primo conflitto mondiale è stato richiesto il componimento di una lirica che faccia riferimento a tale storico evento.

POESIA PRIMO PREMIO ASSOLUTO

“Come una fiamma accesa”

di Aurora Cantini

Diploma Primo premio concorso di poesia Carmelina Spada
Diploma Primo premio concorso di poesia Carmelina Spada

MOTIVAZIONE DELLA GIURIA

“Particolarmente incisiva è la lirica “Come una fiamma accesa” che esprime la forza della memoria che vive come una fiamma accesa nel ricordo di chi ha donato la propria giovane vita per il bene e l’unità della Nazione. Non morirà mai chi lascerà nel cuore degli altri indelebile ricordo.”
Il Presidente della Commissione dott. Pietro Cesari, il Presidente dell’Associazione Culturale Fabraterni, prof. Ennio Serra.

Ceccano, Frosinone, 28 maggio 2015

LA POESIA VINCITRICE

poesia come una fiamma accesa
Come una fiamma accesa, poesia di Aurora Cantini

La poesia è dedicata al giovane alpino bergamasco Fermo Antonio Carrara, nato il 17 gennaio 1896 (ecco perché Antonio) ad Amora Bassa di Aviatico, Bergamo. Il 2 agosto 1916, a 20 anni, prese parte al fatto d’armi di quota 2105 nella presa del monte Cukla Rombon (Alpi Giulie a nord di Caporetto, in Slovenja, oggi nella zona detta Conca di Plezzo) e non fu mai più ritrovato. Di lui rimase solo l’attestazione “DISPERSO”.

Qui le nuove notizie ritrovate tra le 2000 pagine degli Archivi dello Stato Maggiore dell’Esercito dal socio alpino Massimo Peloia del Gruppo Alpini di Saronno: come morì il giovane alpino Fermo Antonio Carrara.

Insieme a lui diedero la vita nella Grande Guerra anche altri tre suoi fratelli, mentre il quinto, uno dei Ragazzi del ’99, riuscì a sopravvivere al conflitto e a morire in tarda età. Alla loro memoria è stato pubblicato un libro che ne ricostruisce la tragica vicenda, dal titolo  “Come una fiamma accesa” in omaggio alla poesia vincitrice.

 

Carrara Fermo Antonio, uno dei 4 fratelli Carrara di Amora Bassa, Aviatico, Caduti nella Grande Guerra
Carrara Fermo Antonio, uno dei 4 fratelli Carrara di Amora Bassa, Aviatico, Combattenti e Caduti nella Grande Guerra, DISPERSO a vent’anni sul Monte Cukla, Alpi Giulie

I RICONOSCIMENTI

♥SEGNALATA A PIEVE DI CENTO (Bologna)

Le Quattro Porte di Pieve di Cento, dove la Poesia ha trovato rifugio

♥RONCIO D’ORO A RONCIGLIONE (Viterbo)

Roncio d’Oro

♥ MEDAGLIA D’ORO A BARDINETO (Savona)

Medaglia d’Oro

♥ OSCAR DELLA POESIA A LAZZATE (MB)

L’Oscar della Poesia

♥ PRIMA CLASSIFICATA AD ALA DI TRENTO

La poesia vincitrice

♥ MEDAGLIA DEL LEONCAVALLO D’ARGENTO A MONTALTO UFFUGO

La poesia vincitrice

♥ TERZA CLASSIFICATA A BOVISIO MASCIAGO (MB)

La poesia

♥ LA SEGNALAZIONE AL CONCORSO LETTERARIO “TRE VILLE” A TREVIGLIO

Il XVII Concorso letterario Clementina Borghi

PopCat-Vincitori-Tre-Ville-23-5-15

♥ TERZA CLASSIFICATA A RESCALDINA (MI)

Premio Letterario “Città Di Rescaldina” e il suo omaggio al giovane alpino disperso

♥ LA SEGNALAZIONE AL CONCORSO LETTERARIO CITTÀ DI CEGGIA, VENEZIA

 Concorso Città di Ceggia-Luciano Doretto
 TEMA “LA GRANDE GUERRA” in occasione del Centenario

Il Verbale della Giuria

La motivazione per la segnalazione
La motivazione per la segnalazione

LA MOTIVAZIONE DELLA GIURIA

“Il poeta, immedesimandosi in un soldato ventenne disperso durante gli eventi della Grande Guerra, lo ritrae attraverso i ricordi che affiorano alla memoria. Il suo sguardo incontra la miseria, l’orrore, ma ne rievoca il ricordo senza riferimenti definiti. Si sente partecipe della Storia e in questa precarietà di dolore e di presagi di morte, la fiamma è vissuta come unica possibilità di memoria dei dispersi. La fiamma accesa avvia dapprima la riflessione, fa ardere il ricordo e infine conduce alla pace.”

♥ PREMIO SPECIALE AL CONCORSO LETTERARIO “I COLORI DELL’ANIMA” ALASSIO

L’Anima Fluttuante della poesia e la Memoria della Grande Guerra protagonista ad Alassio

I commenti sono chiusi