EMOZIONI E STORIE: gli scrittori danno forma ai sentimenti più profondi (di Paolo Aresi)

Emozioni e storie, di Paolo Aresi

EMOZIONI E STORIE:

“gli scrittori danno forma ai sentimenti più profondi”

(frase tratta dall’articolo di Paolo Aresi per “L’Eco di Bergamo”)

“Senza la parola saremmo ancora uomini?” scrive il giornalista e scrittore Paolo Aresi, bergamasco come me, sul quotidiano della mia città, in occasione dell’apertura dei CRE estivi, quindi in prospettiva rivolto ai futuri protagonisti della vita.

Non serve una risposta, ma solo assaporare sulla lingua questa domanda, cercando il significato dell’essere uomini, capaci di parola. Leggendo questo articolo, mi sono sentita corrispondere fin nel profondo, in quella che è la passione verso la scrittura;  ancora una volta ho ringraziato Colui che mi ha donato questo privilegio: avere la fortuna di usare le parole per trasmettere emozioni e  consolazioni.

Non fama o lode, solo gioia pura di saper dare voce al filo immenso che lega ogni animo umano, in ogni parte del mondo, e in ogni angolo del tempo. La mia terra palpita e consola i miei giorni stanchi, avvince il mio respiro come foglia al vento, inebria le mie notti di splendori e attese, mi fa compagnia, mi parla, mi affianca, mi ha aiutato a diventare grande, a crescere, a Vivere.

E ora che scrivo poesie e storie, so che lo devo alla Terra, alle mie montagne. Il mio cuore è una porta che dà sull’orizzonte. I miei ricordi, il mio vivere e il mio divenire sono sempre con me e per te. Quale velata leggerezza mi prende nello scoprire ogni volta che anche il vento ha parole. Io le catturo sulla carta e come palloncini nel faccio volare nel cuore della gente. (Aur Cant)

EMOZIONI DAL CRE DI NEMBRO, BERGAMO

Anche al CRE estivo di Nembro, seguendo il tema “PASSPARTÚ”, sul filo della parola per scoprire se stessi, ho potuto avvicinare i bambini di classe terza e quarta al laboratorio di poesia; come sempre grande emozione per me nel vedere brillare gli occhi dei più piccini alla magia delle parole

Emozioni nelle poesie dei bambini

CRE Nembro e Aurora Cantini
CRE Nembro e Aurora Cantini

 

I commenti sono chiusi