Crea sito

“CESARE DEVE MORIRE” dei fratelli Taviani

“CESARE DEVE MORIRE”

 dei fratelli Taviani

bb
Cesare non deve morire

Quanta emozione nel film dei fratelli Taviani sulla vita all’interno di un carcere. Eppure, proprio là dove si infrange la speranza, e dove l’uomo solo davanti al baratro si misura con il proprio limite, nasce il germoglio di un giorno nuovo, di una rinascita, che sempre c’è e comunque, nonostante tutto, sopra tutto e tutti, contro tutto e tutti.

Il film racconta di come nella sezione di Alta Sicurezza del carcere di Rebibbia si vuole mettere in scena il “Giulio Cesare” di Shakespeare: come attori ci sono i detenuti, molti dei quali condannati all’ergastolo. Ogni giorno viene descritta la solitaria, triste e annullante giornata dei prigionieri, ma anche la voglia di riscatto attraverso le parole del testo teatrale che, man mano, conquista i cuori e offre una possibilità di Redenzione e Speranza, fino al successo della messa in scena davanti al pubblico.

Infatti in molte carceri, anche a Bergamo, i detenuti vengono avvicinati al teatro, alla scultura, alla poesia. Ed è meraviglioso scoprire come il creare versi, l’ascoltare il cuore, l’intingere la mente nella parola può creare le basi per una nuova partenza.

Perciò la poesia fa miracoli, fa compagnia, rasserena le ore disperse, acquieta i tormenti e il buio del giorno, apre lo scrigno segreto e doloroso del cuore dell’umanità, imperfetto e sbrecciato, ma sempre e solo vera goccia di universo, uno sguardo lanciato sul mondo in un incontro sublime tra esseri e Invisibile.

Per “Cesare” e per tutti coloro che guardano il cielo dall’angolo della vita.

LA MIA POESIA

PRIGIONI

Due letti scricchiolanti

il perenne sapore di vecchio

di stanco.

Nell’aria un’eco

un pianto silenzioso

tra nude pareti bianche.

Sui comodini sbrecciati

cartoline e fogli

matite

un rossetto

in un angolo un libro

un sentimento.

E su un foglio

vicino alla lampada

qualcuno cancella i giorni.

 (Da Fiori di campo 1993 rieditato 2011)

copertina 1° libro di poesie FIORI DI CAMPO 1993 rieditato 2011
copertina 1° libro di poesie FIORI DI CAMPO 1993 rieditato 2011
una casa galleggiante, Amsterdam
una casa galleggiante, Amsterdam

 

 

 

Tutti i contenuti e foto  sono stati creati e curati da me (Aurora). Tutte le foto, gli articoli e i testi presenti sul sito sono di proprietà dell’autore/amministratore, salvo diversa indicazione di autore/proprietario. È vietata la riproduzione.