“Bambini in viaggio”, 4 autori raccontano l’infanzia in fuga e l’emigrazione

“Bambini in viaggio”,

4 autori raccontano l’infanzia in fuga e l’emigrazione

Ad Albino (Bg) Chiesa di San Bartolomeo

0002

L’Edizione 2016 della rassegna culturale Giornate della Storia e dell’Arte ad Albino, che negli anni si è arricchita della programmazione e del contributo delle associazioni culturali albinesi e delle proposte della biblioteca, propone varie e diversificate iniziative. In programma la mostra storica sulla Grande Guerra dedicata agli eventi bellici del 1916, la mostra sulla lavorazione del ferro nel maglio di Calvi di Comenduno, incontri con gli autori e il concorso Albino Città del Moroni.

In particolare da rilevare è una rassegna di storie accomunate dal tema dell’infanzia in viaggio: 4 autori raccontano in narrativa 4 storie di bambini costretti a lasciare il loro mondo, la loro casa, la loro cameretta, gettati allo sbaraglio in un mondo senza confini, né patria, né sorrisi.

Sabato 17 settembre ore 16:30 Chiesa di S. Bartolomeo

presentazione del libro  Solo la luna ci ha visti passare

9788852073564-solo-la-luna-ci-ha-visti-passare

Francesca Ghirardelli, giornalista freelance, da oltre dieci anni collabora con diversi quotidiani e settimanali nazionali. Raccoglie storie di migrazioni e popoli in movimento, soprattutto lungo le sponde del Mediterraneo. Ha incontrato la quindicenne Maxima, curda siriana protagonista del libro a Belgrado, in Serbia, nell’ultima tappa del viaggio verso l’Olanda, dove poi l’ha ritrovata, sana e salva. Il libro ripercorre il viaggio di Maxima iniziato nel luglio 2015 e terminato un mese dopo.

anim021

Sabato 8 ottobre ore 16:30 Chiesa di S. Bartolomeo

Presentazione del libro Una bambina in fuga di Lidia Gallico

(in collaborazione con biblioteca Di Vittorio – CGIL Bergamo)

Prefazione a cura di Maria Bacchi

copj170.asp

In uno scritto della fine degli anni ottanta, Lidia Gallico ripercorre la sua infanzia di bambina ebrea negli anni delle leggi razziali: nata a Mantova nel 1932, a soli sei anni subisce la durezza delle leggi razziali. Fuggita da Mantova con i genitori durante l’occupazione nazista, dopo un peregrinare in rifugi “sicuri”, nel gennaio 1944 ripara in Svizzera, dove resterà sino all’estate del 1945. Ad Albino (nella frazione Dossello) è ospite della famiglia Nicoli tra l’ottobre del 1943 e gennaio del 1944, dove arriva per tramite del cugino Goldstaub.

Bundesarchiv_Bild_183-74237-004,_KZ_Auschwitz-Birkenau,_alte_Frau_und_Kinder

Sabato 29 ottobre ore 16:30 Chiesa di S. Bartolomeo

Presentazione del libro L’ultimo arrivato di Marco Balzano (narratore della migrazione italiana)

4682-3

Marco Bolzano è nato nel 1978 a Milano, dove vive e lavora come insegnante di lettere. Ha pubblicato saggi e raccolte di poesie e, i romanzi Pronti a tutte le partenze (2013, Premio Flaiano), L’ultimo arrivato (2014), con cui ha vinto il Premio Campiello (2015) e Il figlio del figlio (2016).

Nel suo libro racconta la storia di un bambino, Ninetto, che dalla Sicilia migra a Milano in cerca di lavoro. Richiama la storia di migliaia di bambini che migrarono al nord dalla Sicilia, dalla Calabria, dalla Puglia a cavallo fra gli anni cinquanta e il decennio successivo.

Anni-60_stazione-Milano

Sabato 5 novembre ore 16:30  Chiesa di S. Bartolomeo

Presentazione del libro Il bambino con la valigia rossa di Aurora Cantini

BambinoValigiaRossaInt

Conduce Silvia Zanoni, bibliotecaria e moderatrice di gruppi di lettura

La Bergamo della seconda guerra mondiale e la vita dei piccoli ospiti del brefotrofio di Bergamo, scandita dai rituali del quotidiano e dallo scorrere delle stagioni e del tempo che accompagna verso la consapevolezza e l’età adulta. I preti e la gente della Resistenza. L’umana fraternità che i bambini coltivano nonostante la sofferenza dell’abbandono danno linfa alla speranza che rinvigorisce la loro vita e quella della nuova Italia intera.

Pietro troverà nella valigia rossa l’amore di sua madre e il coraggio e la forza per ricominciare.

21a bimbospaventato

LA SCHEDA DEL ROMANZO

Il bambino con la valigia rossa

DOVE DORMONO I BAMBINI DELLA GUERRA

Le immagini dei bambini in fuga

 

 

2 thoughts on ““Bambini in viaggio”, 4 autori raccontano l’infanzia in fuga e l’emigrazione

  1. Cara Aurora, il tuo libro è molto toccante e fa davvero rivivere con Pietro e i suoi piccoli compagni un periodo fondamentale della storia italiana.
    Quanto coraggio in quei piccoli cuoricini e quanta dignità in una vita così difficile!
    Scorrevole da leggere ma profondo per l’argomento che fa come sempre riflettere su quanto la nostra generazione sia stata fortunata!
    Un abbraccio
    Luciana

    • Ciao Luciana, ti ringrazio per le dolcissime parole di apprezzamento al mio romanzo, il mio piccolo contributo per tenere vivo il ricordo e la memoria, l’infanzia abbandonata e i suoi silenziosi, innocenti sguardi. Aurora