A Poscante di Zogno le donne contadine di montagna tra parole ed emozioni

Poscante di Zogno

le donne contadine di montagna

tra parole ed emozioni

DSCF0005

“Ritroviamoci in piazza”

Memorial Tiziana Ruggeri

il tributo alle donne di montagna, con illustrazione ed esposizione

di alcuni oggetti rappresentativi del mondo contadino del passato

 

a cura della poetessa e narratrice bergamasca

Aurora Cantini

 domenica 11 agosto 2012 ore 20.30

Locandina Poscante di Zogno
Locandina Poscante di Zogno

Raccontare le donne sulla porta di casa, con i loro grembiuli a fiori, i loro pensieri chiusi e austeri, i loro sguardi pungenti e decisi, le loro mani, nodose di fatiche ma anche tenere di abbracci, ancora impolverate di farina sulla spianatoia della cucina, le loro braccia, abituate a portare le fascine di legna o le gerle di fieno e fogliame.

Raccontare il divenire delle stagioni in un tempo ormai al tramonto. Ritrovare il loro passo e il loro cuore nelle parole di chi continua il loro cammino. Donne di montagna, tutta la terra nelle loro mani.

LA MIA POESIA

MI RICORDO TUA MADRE

-Elisa Dolci, e tutte le donne di montagna-

Mi ricordo tua madre

il suo sorriso bianco

e il suo tormento lungo

sciolto sui capelli

aggrovigliati d’edera.

Quando i mattini

s’adombravano di sonni e mugugni

eccola mitigar l’incedere

con pensieri puliti e dolci

come di castagne

e geloni di brina adocchiati qua e là.

Mi ricordo tua madre

la sua casa le sue cose

l’odore di menta dei pizzi nei cassetti

E quell’uggiore

di tramonti solitari

spersi nella bruma

come i suoi occhi

Liquidi ricordi

di un’ombra che passa e va

sui nostri cuori

in un frullo d’ali all’orizzonte.

(Da Nel migrar dei giorni 2000)

copertina 2° libro di poesie NEL MIGRAR DEI GIORNI 2000
copertina 2° libro di poesie NEL MIGRAR DEI GIORNI 2000

L’EVENTO

Aurora Cantini a Poscante di Zogno con la teca in vetro della Maria Bambina e alcuni oggetti di un tempo
Aurora Cantini a Poscante di Zogno con la teca in vetro della Maria Bambina e alcuni oggetti di un tempo

Aurora Cantini a Poscante di Zogno con la teca in vetro della Maria Bambina che le spose ricevevano come dono di nozze (indispensabile per invocare una buona gravidanza ed un parto sicuro) e alcuni oggetti di un tempo, tra cui il “Grì”, chiamato così per il suono assomigliante al suono dei grilli, un oggetto usato dai bambini durante la Settimana Santa per scacciare la morte.

GLI APPROFONDIMENTI

Il lavatoio di Amora Bassa, Aviatico, Altopiano di Selvino, Valli bergamasche

Il lavatoio di Amora Bassa, Aviatico, Altopiano di Selvino, Valli bergamsche
Il lavatoio di Amora Bassa, Aviatico, Altopiano di Selvino, Valli bergamsche

Al lavatoio della contrada: racconti di donne, confidenze e speranze, storie narrate tra lo scrosciare dell’acqua e i canti alla fontana. Ora solo il gocciolio dello zampillo, e i rampicanti che silenziosi avvolgono il ricordo.

IL LIBRO “LASSÙ DOVE SI TOCCAVA IL CIELO”

copertina 1° libro narrativa LASSU' DOVE SI TOCCAVA IL CIELO 2009
copertina 1° libro narrativa LASSU’ DOVE SI TOCCAVA IL CIELO 2009

Mondadori Lovere e Aurora Cantini

Dal mio blog le notizie sul libro Lassù dove si toccava il cielo

Qui sotto il pesante campanaccio detto “Bronza” che insigniva la mucca più potente del titolo di capobranco, cui affidare la guida della mandria.

La bronza, il campanaccio al collo della mucca capobranco
La bronza, il campanaccio al collo della mucca capobranco

Da Ettore Ruggeri, fotografo e appassinato di montagna, il blog per scoprire qualcosa in più sulla Valle Brembana e il suo fiume, il Brembo:

Il fiume Brembo dalla foce alla sorgente

3 thoughts on “A Poscante di Zogno le donne contadine di montagna tra parole ed emozioni

  1. Pingback: green coffee bean extract

  2. I feel that is one of the so much vital information
    for me. And i am happy studying your article. However wanna observation on few normal things, The website style
    is perfect, the articles is truly great : D. Just right job, cheers