Anniversario attentato Torri Gemelle, a Nembro il romanzo di Aurora Cantini

Anniversario attentato alle Torri Gemelle

a Nembro presentazione del romanzo

“Come briciole sparse sul mondo” di Aurora Cantini

poetessa e narratrice bergamasca

Locandina Ricordando l'11 settembre
Locandina Ricordando l’11 settembre

La tragedia che ha sconvolto il mondo vista da chi era dentro la Torre Nord,

protagonista una ragazza italiana partita dalla Valle Brembana e il suo  viaggio negli States

copertina romanzo "Come briciole sparse sul mondo" Aletti Editore, 2012
copertina romanzo “Come briciole sparse sul mondo” Aletti Editore, 2012

LA SERATA

Interverranno, oltre all’autrice, i coniugi Cristiano e Mariangela Gardani, di Sant’Omobono Terme,  testimoni oculari della tragedia a New York.

Verranno proiettate le immagini scattate dal nembrese Cesare Marcassoli, emigrato in America e ora in Canada,  tra i primi a giungere sotto le Torri per portare soccorso e rimuovere le macerie. Con lui il fratello Mario Olivo, che era stato coinvolto nella costruzione delle fondamenta delle Torri nel lontano 1969.

Moderatore il professor Tullio Carrara con la sua  Recensione

LA SERATA SUL SITO DEL COMUNE DI NEMBRO

Il romanzo sull’attentato alle Torri Gemelle

LA SERATA SUL SITO DI ALETTI EDITORE

Il romanzo sui giorni dell’11 settembre

DSCF0164
Cesare Marcassoli, Nembro, e il suo 11 settembre, per gentile concessione

IL ROMANZO

Per saperne di più sul romanzo, prenotabile in tutte le librerie tramite Circuito Mursia S.P.A. ed anche in versione eBook ecco il link da questo blog:

Come briciole sparse sul mondo

LA DESCRIZIONE DEL ROMANZO

«Ora che nulla di me è rimasto, se non polvere nel vento, vago e mi poso sopra i volti di coloro che sono sopravvissuti e hanno ripreso a vivere. Sono nel cuore dei nuovi nati, che porteranno negli occhi e nel respiro qualcosa di me».  (Da “Come briciole sparse sul mondo”)

Scrive Sara Stefanini, critica letteraria, nella sua recensione:

“Il romanzo è scandito, come in un diario, dallo scorrere dei giorni e delle ore. Spezzato sapientemente da comunicati radio “in tempo reale” e splendide poesie che descrivono le anime delle vittime «Adesso non ho più nome, né casa, la mia voce è dispersa oltre le nuvole, oltre la notte». E immortala anche le vivide sensazioni dei familiari: «Ora che i giorni si perdono come bambini nelle nebbie del giardino, sul guanciale di un uomo rimane solo l’impronta di un corpo, per sempre svanito dietro lo sguardo chiuso».

Dopo le 8.45 di quell’ormai lontano 11 settembre 2001, 90 paesi piansero le 2974 vittime e 24 sono ancora le salme disperse. Resti di ossa non identificate vennero trovate ancora nel 2006. Le due Torri ed i cinque edifici del complesso, distrutti. Insignita di premi e medaglie d’oro alla scrittura, la scrittrice bergamasca con “Come briciole sparse sul mondo” denuncia anche lo spopolamento dei paesi e delle poche nascite nelle campagne ma anche in montagna.

Manca, secondo lei, lo spirito per apprezzare la natura incontaminata e la voglia di capirla. Lavorare nei campi e trascorrere l’inverno in montagna non è una passeggiata, ma questo servirebbe per temprare l’essere umano. Centrale, ovviamente, la tragedia dell’11 settembre che ha sconvolto gli animi di tutti. Luisella, la ragazza protagonista, è solo una testimonianza immaginaria di quello che realmente è accaduto.

L’autrice, insegnante nelle scuole primarie, poetessa e scrittrice, riesce bene a trasmettere le sensazioni provate e l’angoscia di chi viveva quel tragico momento. Una domenica pomeriggio di metà febbraio del 2011, Aurora Cantini, cominciò a scrivere il romanzo tutto d’un fiato, ispirata dal viaggio della sorella negli States e dalle prime pagine dei quotidiani del 2001. Ha già pubblicato tre libri di poesie (Fiori di campo, Uno scrigno è l’amore, Nel migrar dei giorni) e il libro di narrativa, Lassù dove si toccava il cielo, centrato sulla vita contadina della Valle Seriana negli Anni 50 – 75.”      (Sara Stefanini)

L’ARTICOLO

Articolo sul mensile IL NEMBRO per Come briciole sparse sul mondo, della bergamasca Aurora Cantini
Articolo sul mensile IL NEMBRO per Come briciole sparse sul mondo, della bergamasca Aurora Cantini

 

 

 

I commenti sono chiusi