“COSA CERCO DENTRO UN LIBRO”

riflessioni libere di alcuni alunni di classe quinta scuola primaria

 

Volare sulle ali dei libri, pedalare fino al cielo (Amsterdam)

Volare sulle ali dei libri, pedalare fino al cielo (Amsterdam)

“Quando sfioro con la punta del dito la copertina di un libro mi sembra di sentire delle voci all’interno di quelle scatole fatate, quando scorgo quelle tre parole “C’era una volta”, mi sembra di ritrovarmi all’interno di un romanzo, di provare dei sentimenti puri, grazie ad una poesia che ormai fa parte di me, mi pare di volare sopra ad una distesa di acqua lucente, o di nuotare in un abisso sperduto. I miei libri fanno parte di me, mi immergo fino in fondo alle storie coinvolgenti. quando il protagonista del libro è felice, a me viene il batticuore, quando arrivano scene di paura io mi sento mancare il respiro. quando finisco un libro che ho tanto amato, in cui ho fatto infinitamente parte, sento come una ferita al cuore, perché non posso più vivere in quel mondo magico e spettacolare… Io amo i miei libri, sono come degli amici che mi tengono compagnia, dei ricordi infiniti, delle anime dalle mille avventure, dei tesori inestimabili che ti fanno sognare.”  (Sofia)

Sognare con un libro (Amsterdam)

Sognare con un libro (Amsterdam)

“Mi piacerebbe molto che i libri fossero capaci di farmi entrare, attraverso un tunnel, nelle loro pagine. Mi piacerebbe anche che si entrasse solo con la parola d’ordine “fantasia”. Infine vorrei ricordare che il segreto di ogni libro è la chiave di ogni cuore.” (Sara)

Dalle finestre s'invola la fantasia (Amsterdam)

Dalle finestre s’invola la fantasia (Amsterdam)

“Quando apro un libro lo annuso sempre perché ha un buon odore, quando osservo l’immagine della copertina cerco di intuire com’è il libro. Leggere per me è volare, volare nella fantasia e sognare di essere il protagonista del racconto.”  (Cristian)

Vivere sull'acqua - case galleggianti ad Amsterdam

Leggere e vivere sull’acqua – case galleggianti ad Amsterdam

“Se apro un libro nuovo il profumo di carta mi invoglia a leggerlo, mi piace osservare i disegni in copertina per scoprire qualche segreto del contenuto e del personaggio. In un libro vorrei che sulla copertina ci fosse un pulsante che, quando lo si schiaccia, una voce narra la storia e man mano che si cambia pagina sulla parete viene proiettata una immagine relativa al luogo in cui è ambientata la storia. Ma soprattutto vorrei dire che per ogni persona c’è un genere di libro adatto a lui, che lo aspetta.” (Martina)

Un libro naviga dolcemente lungo i canali della fantasia (Amsterdam)

Un libro naviga dolcemente lungo i canali della fantasia (Amsterdam)

“Mi rilasso moltissimo quando leggo dei libri che mi piacciono ma soprattutto quando sono sola, tranquilla, con qualcuno che conosco che non stressa. Quando apro un libro osservo attentamente le immagini che lo illustrano, per me osservarle è come capire la storia senza leggerla. Quando invece osservo la copertina mi fa capire molte cose sul libro, se è antico, nuovo, per bambini o ragazzi, se è una fiaba, favola o romanzo… I libri sono veramente fantastici.” (Giada)

I libri assomigliano a finestre aperte sul mondo (Amsterdam)

I libri assomigliano a finestre aperte sul mondo (Amsterdam)

“La prima cosa che guardo in un libro è la copertina, però ho visto che alcune volte una bella copertina non corrisponde necessariamente a un bel libro. È un po’ come con le persone: una persona ben vestita non è necessariamente intelligente. La mamma mi spiega sempre che per scegliere un libro è necessario sapere di che cosa parla per capire se l’argomento ci interessa. Per far ciò si legge sempre il riassunto, dentro e fuori sulla copertina. Mi piacerebbe trovare un libro magico dal quale i personaggi escano per prendermi e portarmi con loro a giocare.” (Niko)

Come un portale d'ingresso alla libertà i custodi della fantasia accolgono chi legge libri (Venezia)

Come un portale d’ingresso alla libertà i custodi della fantasia accolgono chi legge libri (Venezia)

ALTRE COMPOSIZIONI DEI BAMBINI

http://auroracantini.altervista.org/concorso-internazionale-di-poesia-e-prosa-giuseppe-longhi-poesia-sezione-studenti-2/

http://acantini.altervista.org/27-gennaio-il-giorno-della-memoria-vista-dai-bambini-caro-bambino-dalle-scarpette-rosse/