Crea sito

Le Ali dell'Aurora

Parole di Poesia, Narrazioni di Vita

Visualizza gli articoli pubblicati sotto maggio 2014

A Nembro una serata per il Tenore Monsignor Federico Gambarelli,

 voce dimenticata della terra bergamasca

Tenore Federico Gambarelli, locandina 1

Gambarelli

In occasione dell’anniversario di morte

IL TENORE MONSIGNOR FEDERICO GAMBARELLI

(6-5-1858    5-6-1922)

LA VOCE DIMENTICATA TRA NEMBRO, ALBINO, SELVINO 

giovedì 5 giugno 2014 ore 20.30
presso la Sala Rovere del centro Cultura Biblioteca di Nembro
Piazza Italia

In collaborazione con il Comune di Nembro e il Centro Cultura

Con il patrocinio dei Comuni di Albino e Selvino

L’Evento

Tenore Federico Gambarelli locandina 2, interno

Tenore Federico Gambarelli locandina 2, interno

Una serata per conoscere, scoprire, tramandare la straordinaria vita del GRANDE TENORE FEDERICO GAMBARELLI DI ALBINO, voce dimenticata della terra bergamasca,

un personaggio istrionico e appassionato di fama internazionale, nativo di Albino, che visse a Nembro Piazzo e Selvino e calcò le scene teatrali di tutto il mondo, la cui vicenda si snoda, non senza colpi di scena, fra le due vocazioni che scandiranno la sua breve ma intensa vita: il richiamo del sacerdozio e il fortissimo desiderio di cantare, unite dalla profonda devozione verso il culto della “Madonna di Guadalupe” che il tenore portò direttamente dal Messico e che  introdusse per la prima volta in Valle Seriana.

Albino e la Media Valle Seriana visti da Amora Bassa

Albino e la Media Valle Seriana visti da Amora Bassa

Interverranno: 

Giovanni Bergamelli, già insegnante, esperto di storia locale e di Piazzo
Gianni Comotti esperto di Piazzo,  per illustrare brevemente la formazione geologica della dolina carsica di Piazzo dove venne originariamente deposta la tela della Madonna di Guadalupe,

Emanuela Cortinovis, vedova di Gino Rondi, depositario della Madonnina un tempo nella “dolina” a Piazzo
Frà Giorgio Stancheris che informerà sulla parte spirituale del Tenore

Miriam Campiotti, Laureata in Lingue, Culture e Cooperazione Internazionale all’Università Statale di Milano, che parlerà della sua tesi: “La Vergine di Guadalupe: simbolo dell’identità messicana, Storia prodigi“.

professor Emilio Spedicato, Docente all’Università di Bergamo, esperto di storia della lirica
Franca Mismetti e Luigi Gandossi, della Compagnia Teatrale Dialettale “Città di Albino” che all’epoca misero in scena la commedia “Ol gran Tenur” di Don Giuseppe Rizzi

Amadio Bertocchi, poeta dialettale, con una poesia dedicata al Tenore
professor Gianfranco Gambarelli pro-pro nipote del Tenore che narrerà i ricordi di famiglia

Gli interventi verranno impreziositi dalla visione di fotografie d’epoca, immagini dei luoghi, ritagli di giornali, stampe e riproduzioni gentilmente concessi dai familiari 

Voce narrante della serata Aurora Cantini, poetessa e narratrice

GLI ARTICOLI DI PRESENTAZIONE

Articolo su Il Nembro

Articolo su Il Nembro

Articolo Federico Gambarelli su L'Eco di Bergamo

Articolo Federico Gambarelli su L’Eco di Bergamo

LA FOTOGALLERY DELL’EVENTO

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: il pubblico

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: il pubblico

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Giovanni Bergamelli, Emanuela Cortinovis Rondi, Gianni Comotti

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Giovanni Bergamelli, Emanuela Cortinovis Rondi, Gianni Comotti

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Emilio Spedicato, Miriam Campiotti

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Emilio Spedicato, Miriam Campiotti

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Aurora Cantini

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Aurora Cantini

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Amadio Bertocchi, Luigi Gandossi, Franca Mismetti

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Amadio Bertocchi, Luigi Gandossi, Franca Mismetti

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: il pubblico

Serata Tenore Serata Tenore Gambarelli a Nembro: il pubblico

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Fra Giorgio Stancheris

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Fra Giorgio Stancheris

Serata Tenore Gambarelli a Nembro

Serata Tenore Gambarelli a Nembro

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Aurora Cantini

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: Aurora Cantini e la statua lignea della Madonnina venerata un tempo nella “grotta” di Piazzo a Nembro

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: il momento musicale

Serata Tenore Gambarelli a Nembro: il momento musicale

IL RESOCONTO DELLA SERATA SUL MENSILE “IL NEMBRO”

Articolo Il Nembro per come è andata Serata Tenore Gambarelli

Articolo de “Il Nembro” sulla serata dedicata al Tenore Gambarelli

PER CONOSCERE QUALCOSA DI PIÙ SUL TENORE GAMBARELLI

Mille e una Bergamo

Il Tenore Federico Gambarelli e la sua epopea

Il Tenore Federico Gambarelli e la Madonna di Guadalupe di Albino

Federico Gambarelli Tenore

Federico Gambarelli Tenore

 

“Lo sguardo di Anita”

di Aurora Cantini al Concorso Letterario

“Il sapore del tempo – Uno sguardo interiore”

http://www.impulsocreativo.it/

 libriinviaggiocover

8^ Edizione del Concorso Letterario “Libri in Viaggio”

Comune di Bagnolo In Piano, Reggio Emilia

 e Associazione Culturale “Impulso Creativo”

Premiazione Domenica 11 maggio 2014

presso piazza Garibaldi o il  teatro comunale di Bagnolo in Piano,

all’interno dell’iniziativa LIBRI IN VIAGGIO, corredata da diverse iniziative culturali.

L’EVENTO

Libri in Viaggio è un appuntamento culturale che il Comune di Bagnolo organizza dal 2007 e che ruota intorno al concorso letterario e a una serie di eventi collegati alla premiazione. Quest’anno Libri in Viaggio è affidato all’Associazione Impulso Creativo che ha ampliato i bandi alla fotografia e ai murales. La premiazione è inserita nell’arco di una giornata ricca di eventi culturali e artistici.

IL CONCORSO

Il concorso è suddiviso in due  sezioni :

SEZIONE A Racconto breve

SEZIONE B Poesia

Gli autori sono stati chiamati a sviluppare un racconto o un testo poetico che doveva avere come tema portante la dimensione interiore del tempo, letto attraverso lo sguardo. I racconti e le poesie meritorie inviate saranno lette nel corso di varie manifestazioni culturali che si svolgeranno durante l’anno 2014 sul territorio del Comune di Bagnolo in Piano. Alcuni di essi, a discrezione dell’associazione organizzatrice, verranno riprodotti come audiolibri e promossi attraverso siti internet e/o pubblicati su cd.

I VINCITORI

Qui di seguito le prime tre posizioni per la Sezione di Poesia:

  • 1°) Ranuncoli gialli di De Riz Mirta
  • 2°) Momento di sera di Alessandro Corsi
  • 3°) Rue de Prague di Andrea Venzi

Qui di seguito le prime tre posizioni per la Sezione Racconto:

  • 1°) Tic tac di Mariagrazia Nemour
  • 2°) Lo sguardo di Anita di Aurora Cantini
  • 3°) Agnese al tempo del carbone di Gisella Pibiri 

     INCIPIT AL RACCONTO

 LO SGUARDO DI ANITA

“Mi chiamo Adalgisa, sono una sguattera di mezza età e vivo tra le vecchie e decrepite mura di questa cantoniera alle foci del Rubicone, da quando, ragazza quattordicenne, sono stata portata via alle mie Valli Bergamasche. Io parlo poco, ascolto, osservo. Sono vecchia. Niente più mi stupisce. Non vado in chiesa da anni, ma prego ancora la mia Madonna del Carmine, ogni giorno come salvezza alla mia anima. (…)

Ma oggi, oggi il mio cuore è spezzato come un albero secolare sotto l’infuriare della tempesta. Oggi… 6 agosto 1849, ho saputo che Anita non è mai arrivata a Venezia. Me la rivedo come mi é apparsa allo sguardo quella tarda sera del 31 luglio, mentre attendeva il suo uomo, il Generale, uscito in ricognizione con gli altri rivoltosi che, strenuamente, caparbiamente, si ostinano a combattere, deciso a recarsi a Venezia che ancora resiste. (…) In quel suo sguardo bruciante avevo letto tutta la disperazione di un viaggio oltre il tempo, oltre la vita stessa, infinito e senza possibilità di redenzione. (…)   (AurCant)

 

 


“Oltre la curva del tramonto”

a Nembro

la presentazione del nuovo libro di poesie

di Aurora Cantini

venerdì 16 maggio ore 20.30

Centro Cultura Piazza Italia

I versi poetici verranno arricchiti dalla visione di immagini significative

e angoli suggestivi dell’Altopiano Selvino Aviatico

16 maggio, Nembro 

L’ARTICOLO SU L’ECO DI BERGAMO

L'Eco di Bergamo per "Oltre la curva del tramonto"

“Sono legata alla mia terra di montagna come una radice sospesa, la sento vibrare in me in ogni respiro di vento, in ogni scricchiolare di foglia, in ogni sentiero nascosto. Ho ascoltato le poesie degli alberi frondosi che muovendosi nel dolce tramonto estivo cullavano i miei sogni bambini, o quando, carichi di neve, svettavano al cielo e mi portavano fin lassù, nell’azzurro, con le loro lunghe dita di diamanti. Mi raccontavano, mi consolavano, mi inebriavano di vita, mi amavano teneramente, silenziosamente e per sempre, portandomi oltre la curva del tramonto, fino a raggiungere le stelle. E ora che scrivo poesie e storie, so che lo devo alla Terra, alle mie montagne.” (AurCant)

LA POESIA

OLTRE LA CURVA DEL TRAMONTO 

Oltre la curva del tramonto si apre la strada del ritorno,

un ritorno sofferto e taciuto,

come conservato nel fagotto del pianto

e lasciato sulle spalle

del giorno che muore.

 (…)

(Da “Oltre la curva del tramonto”, poesie)

Il paesino di Amora di Aviatico sotto l'arcobaleno, foto di Giuseppe Pino Bertocchi

Amora nella foto di Giuseppe Pino Bertocchi

INFORMAZIONI SUL LIBRO

Oltre la curva del tramonto“ (LietoColle Editore, 2014)

L’EVENTO

Sul sito della Casa Editrice “LietoColle”: La Presentazione

L’evento si può trovare anche su

  Didove.it  e  Vivalavita.eu

Aurora Cantini a Nembro

Aurora Cantini

Aurora Cantini a Nembro

Aurora Cantini

IL COMMENTO DI CHI C’ERA

“Venerdì scorso ho coronato uno splendido giorno trascorso con i parenti, con una ancora più coinvolgente ed emozionante serata ascoltando poesie a dir poco magiche.
Tutti i presenti sono stati rapiti dal fluire armonioso dei versi e in più momenti la commozione ha avuto il sopravvento.” (Professoressa Angela Rota, Pradalunga)

 

“OLTRE LA CURVA DEL TRAMONTO”

il nuovo libro di poesie di Aurora Cantini

(LietoColle Editore, 2014)

Aurora Cantini Oltre la curva del tramonto copertinapiatta

Oltre la curva del tramonto

Questa quarta raccolta poetica contiene 60 poesie, gran parte delle quali hanno vinto ai vari concorsi letterari nazionali in questi 7 anni, oltre alla poesia che ha ricevuto la medaglia d’oro a Pontedera nel 2008 dedicata a mio papà Mansueto, quella dedicata a “Karol” che ha vinto a Messina e l’ultima premiata nelle scorse settimane a Bassano del Grappa, dedicata al borgo scomparso di Predale. Sono presenti anche sette poesie scritte e dedicate ai Progetti umanitari realizzati dallo scultore  Luigi Oldani. La copertina è una bellissima fotografia del mio amico Giuseppe Pino Bertocchi che rappresenta il mio paesino sull’Altopiano Selvino Aviatico, Amora, e la mia casa sotto l’arcobaleno.

LA SCHEDA DESCRITTIVA

OLTRE LA CURVA DEL TRAMONTO

12 §Imbrunire invernale a Songavazzo

DOVE TROVARE IL LIBRO

La raccolta di poesie è facilmente prenotabile in tutte le librerie tradizionali, nelle librerie on line, oppure direttamente dal sito della Casa Editrice LietoColle, ma in alcune librerie ci sono già delle copie, come da “Romana” a Pradalunga, “No problem” a  Nembro, “Amico Libro” di Brissoni Lauretta a  Selvino.

Qui i link di riferimento per le maggiori librerie on line:
LietoColle: 
Collana Blu – Oltre la curva del tramonto

Deastore.it: Il libro

Ibs.it: Il libro

InMondadori.it: Il libro

Libreria Scolastica.it:  Il libro

Libreria Universitaria: Il libro

Libreria Fernandez: Il libro

Unilibro: Il libro

Ciao.it: Il libro

Ora deve solo partire, e volare nel cuore della gente…

A.Cantini poesie OLTRE LA CURVA DEL TRAMONTO

A.Cantini poesie OLTRE LA CURVA DEL TRAMONTO

L’INTRODUZIONE

“Un viaggio immaginario  attraverso 60 poesie, fuori e dentro la propria anima, incontrando gli uomini e le genti, le persone amate e quelle mai dimenticate,  ritrovando i sentieri coperti di neve e i giochi abbandonati sul selciato, il tepore del giorno e il fresco della notte, in un legame vivo con terra di montagna, aspra ma nello stesso tempo indifesa, che accompagna il cammino di un pellegrino errante, seguendo l’ombra tracciata dalle vette, oltre la curva del tramonto, dove  si apre la strada del ritorno.” 

(AurCant)

Anima di germoglio sotto la neve, Amora di Aviatico

Anima di germoglio sotto la neve, Amora di Aviatico

LE RECENSIONI

♣ La Recensione su Sannio Life

Recensione Oltre la curva del tramonto

♣ La Recensione su Frosinone Magazine

Oltre la curva del tramonto recensione

♣ La Recensione su La Gazzetta Ennese

Oltre la curva del tramonto

♣La Recensione su Il sogno di Orez

Oltre la curva del tramonto recensione

♣ La Recensione su Informa Roma Nord

Oltre la curva del tramonto

♠ La Recensione di William Amighetti per ValSeriana news

Recensione per Oltre la curva del tramonto

♠ La Recensione di Valentina Savitteri  

Oltre la curva del tramonto, recensione 

♠ La Recensione di Katia Belloni (poetessa e scrittrice)

Oltre la curva del tramonto

La Recensione di Nicla Morletti

Oltre la curva del tramonto, recensione

♠ La Recensione di Aristea Canini de “Araberara Periodico”

Oltre la curva del tramonto, recensione

♠ La Recensione di Sara Stefanini

su Agoravox.it

su Fanpage.it

su Kaleidoscopia.it

Tramonto a Songavazzo in inverno

Tramonto a Songavazzo in inverno

I COMMENTI DEI LETTORI

Le voci dei lettori

Mandorlo in fiore

LA PAGINA FACEBOOK

Oltre la curva del tramonto, facebook

0001

IL TOUR DELLE PRESENTAZIONI

♥ La presentazione a Piazza Brembana

♥ La presentazione a Selvino

♥ La presentazione a Nembro

♥ La presentazione a Sedrina

Aurora Cantini, poetessa bergamasca

Aurora Cantini, poetessa bergamasca

L’USCITA SUI PORTALI ON LINE

La notizia su  Ozoz.it

Su Informazione.it

Su  Bobobo.it

Su Today.it

Su  Ecodellanotizia.it

Su Intopic.it
 Su Comunicatostampa.it

Su E-zine.it

Su Nellanotizia.net

Su BergamoEventi. it

 Su Today.it

 

 

 

SCIESOPOLI SELVINO

dall’1 al 4 maggio

rivive l’antica colonia di montagna

e i suoi bambini salvati,

tra memorie e ricordi

Il Progetto, organizzato dagli Assessorati al Turismo e alla Cultura del Comune di Selvino, è denominato “I BAMBINI DI SELVINO, storia della Colonia montana”  e vede la collaborazione con l’Istituto Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Bergamo (ISREC) e il Museo Storico della Città, oltre alla Fondazione Bergamo nella Storia Onlus.

2014-05-02_133800LA PRESENTAZIONE DELL’EVENTO

Scrive lo storico G. Marco Cavallarin, promotore della Petizione “Perché duri la memoria di Sciesopoli”, già presentata in occasione della Giornata della Memoria, I bambini ebrei della Sciesopoli di Selvino:

“Quattro giorni di mobilitazione culturale e popolare intorno a Sciesopoli: una serie di incontri, conferenze, mostre, proiezioni di documentari, passeggiate fino a Sciesopoli (che rimarrà però chiusa per ragioni di sicurezza), una piccola esposizione di materiale documentario proveniente dall’Archivio Comunale di Selvino, ecc.

Insomma, una grande festa che cadrà nei giorni anniversari della fine, in Europa, della Seconda Guerra Mondiale. Organizzate quei giorni per venire a godere della storia di straordinaria umanità che vide tutte le forze sociali e civili della neonata democrazia italiana impegnate nel soccorso degli 800 orfani ebrei scampati ai campi di concentramento e di altri ex deportati che furono ricoverati a Selvino.
Nelle scuole di Selvino inizia un percorso di formazione sulla storia di Sciesopoli che porterà a un primo risultato visibile tra l’1 e il 4 maggio. Inizia così il lavoro di conservazione e trasmissione della memoria e della conoscenza storica auspicato dalla nostra petizione e dal buon senso.”

GLI INTERVENTI

Durante le tre giornate si alterneranno alla Sala Congressi, oltre a Marco Cavallarin, l’artista Giovanni Rubini (1 Maggio), Silvana Agazzi e Carlo Visentin del Museo Storico, Carlo Spartaco Capogreco della Fondazione Ferramonti, il testimone Walter Mazzoleni, Elisabetta Ruffini dell’ISREC Bergamo, Carlo Salvioni per il Comitato Bergamasco Antifascista, Giuseppe Valota dell’ANED Sesto San Giovanni, il regista Enrico Grisanti (2 maggio), la scrittrice Aurora Cantini e l’artista Laura Morelli (3 maggio).

 L’ARTICOLO SU SCIESOPOLI

2014-04-30_173249

LA MIA POESIA PER SCIESOPOLI

Sciesopoli nella nebbia 

Cartolina d'epoca di Giuseppe Pino Bertocchi: la Sciesopoli

IL MIO RACCONTOSTORIA

Sciesopoli -Mille e una Bergamo-

Sciesopoli, quel palazzo a Selvino per i bambini di ogni tempo

È un omaggio agli abitanti di Selvino e Aviatico che hanno ancora nel cuore e nella mente la “Sciesopoli”, un pezzo della loro Vita, ai muratori che negli Anni Trenta l’hanno costruita, alle inservienti, alle cuoche, alle “maestrine” dei bambini che in quel maestoso palazzo nel verde dell’Altopiano bergamasco trascorsero parte della loro infanzia. Io non sono una storica, ma spero di aver trasmesso sulla carta il cuore palpitante di chi ha posto un tassello alla Storia.

LA FOTOGALLERY DELL’EVENTO

poetessa_Aurora_Cantini_(2)

poetessa_Aurora_Cantini

La stele con i nomi dei soci perpetui della Fondazione Tonoli e Melloni, 1932

La targa di gemellaggio

Sciesopoli 3 maggio: Marco Cavallarin con il Vice Sindaco Angelo Bertocchi e la regista Laura Morelli

Qui il link per vedere tutte le fotografie delle giornate 1-4-maggio Sciesopoli Selvino

La photogallery sul sito del Comune di Selvino

IL VIDEO DEL TG1 DEL 8 NOVEMBRE 2014

Sciesopoli, il miracolo dimenticato

PER SAPERE TUTTE LE NOTIZIE SULLA SCIESOPOLI

http://www.sciesopoli.com/?p=729

 

 


 

 

 

Powered by WordPress Web Design by SRS Solutions © 2017 Le Ali dell'Aurora Design by SRS Solutions