Crea sito

Le Ali dell'Aurora

Parole di Poesia, Narrazioni di Vita

Visualizza gli articoli pubblicati sotto settembre 2012

IL CUORE NELLE MANI,

1° Premio solidarietà riservato ai ragazzi

in memoria di don Aldo Nicoli,

Nembro

Anima di germoglio sotto la neve, Amora di Aviatico

Anima di germoglio sotto la neve, Amora di Aviatico

Agli alunni delle scuole di tutta Italia il compito di raccontare progetti, avventure, episodi, iniziative di solidarietà attraverso racconti, poesie, disegni, per testimoniare gesti di attenzione verso il prossimo in disagio, bisognoso di  amore: l’ambito è il 1° concorso “Il cuore nelle mani”, Premio di Solidarietà in ricordo di don Aldo Vicoli, con il Patrocinio della Regione Lombardia, della Provincia di Bergamo, della Diocesi e del Comune, in collaborazione con la rivista mensile per ragazzi” Okay!” coordinata da Roberto Alborghetti: Okayscuola, il cuore nelle mani 2012

I versi poetici, anche quelli spontanei dei bambini, sono una medicina per l’anima, una consolazione allo sfasamento e alle solitudini di oggi. Un verso è veloce come ogni nostro passo e ci accompagna lungo ogni nostro respiro, insaziabile e pungente. Sorregge il cammino, riempie le notti, allontana la paura, rinfranca e consola il cuore di chi si è perso: ogni poesia è una storia che rivive, sfolgorante, e parla all’umanità attraverso la voce di uno solo.

La classe quarta della Primaria di Pradalunga, classificatasi tra le prime dieci scuole di tutta Italia, ha proposto alcune poesie.

Ponticello a Branzi, Valle Brembana

Ponticello a Branzi, Valle Brembana

VORREI…

Io ho un sogno

e spero che si avveri.

Vorrei volare e abbracciare

tutti i cuori del mondo,

riempirli di gioia,

dare del bene alla Terra,

dare una famiglia a chi non ce l’ha,

donare a tutti la luce del cuore.

(Cristian)

AIUTAMI,O SPERANZA

Io ho un sogno,

liberare il mondo dalla guerra,

la speranza di un bambino,

la speranza di tutti i cuori

voglio che il mondo sia libero,

libero come il mare,

la colomba bianca voli,

voli e non rimanga imprigionata,

un bambino può cambiare,

cambiare il mondo!

Amo il mondo!

Aiutami, o speranza,

salva il mondo!

(Sara)

Rivista "Primavera" Anni Settanta: La Poesia

Rivista “Primavera” Anni Settanta: La Poesia

Altre poesie dei bambini:

La Poesia nella Scuola Primaria

Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi (1813 – 2013)

a Caslino d’Erba le poesie dei bambini

dedicate alla musica

IMGP1075

 La Fondazione Gennari e il Forum Franciscanum di Caslino d’Erba Como, con il Patronato della Presidenza della Regione Lombardia, il Patrocinio degli Assessorati Cultura e Istruzione delle Province Lombarde, ha indetto il 15° concorso “Poesia a Caslino” con l’obiettivo di selezionare per ogni provincia lombarda,  i lavori meritevoli di premio, menzione, segnalazione per ogni ordine di scuola.

Quest’anno il Tema è stato “Da Busseto… all’infinito” per ricordare il Bicentenario della nascita del compositore Giuseppe Verdi (1813 – 2013), protagonista carismatico e attento di un’epoca memorabile come è stata quella del Risorgimento con le sue grandi correnti di pensiero, uno dei più grandi creatori musicali, capace di coinvolgere, con la sua musica romantica, religiosa e patriottica, le popolazioni di ogni regione nella loro identificazione sociale.

Agli alunni il compito di creare una poesia sulla base del tema:

Le emozioni della musica nel suo linguaggio universale, prova ad esprimerle in versi”.

La Giuria del 15° concorso “Poesia a Caslino”, presidente onorario Giancarla Mursia,  presieduta da Adriano Bassi, riunita il 18 maggio al Circolo della Stampa di Milano, ospite dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti di Milano, nella Sala Walter Tobagi, ha assegnato i Premi per la PROVINCIA DI BERGAMO agli studenti elencati, tra cui 3 alunne della Scuola Primaria di Pradalunga classe quarta unica.

PREMIO  Lamanna Lisa

MENZIONE Bombardieri Celeste

 SEGNALAZIONE Testa Anna

La Cerimonia di Premiazione a Caslino d’Erba domenica 23  settembre in una giornata di grandi eventi e manifestazioni al fine di coinvolgere alunni, genitori e insegnanti di tutta la Lombardia, in un Anfiteatro posto a 800 metri di altezza, immerso in una Valle dove la natura è regina.

Fondazione Gennari, concorso di poesia e prosa: gli alunni VINCITORI PROVINCIA DI BERGAMO per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi

Fondazione Gennari, concorso di poesia e prosa: gli alunni VINCITORI PROVINCIA DI BERGAMO per il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi

PRIMA CLASSIFICATA

OH, MUSICA, LASCIAMI SOGNARE

La musica, un fiore che sboccia,

una nuova armonia da scrivere,

i visi allegri dei bimbi,

il vento fresco

come un gabbiano

che vola libero nel cielo,

una scia, una melodia,

un abbraccio caldo,

la musica del mio cuore,

il girotondo della pace,

un soffio, una sinfonia leggera

e una goccia del cielo

che raggiunge l’arcobaleno.

La musica è il sogno dell’amore.

Oh, lasciami felice,

lasciami sognare!

(Lisa)

CICLAMINI

MENZIONE D’ONORE

IL MANTO VERDE DELLA MUSICA

Come un prato

contiene mille fili d’erba,

anche nel mio cuore

v’è pieno di armonia,

come se fosse

un cielo che dolcemente

ti apre gli occhi

per vedere il magico mondo

della musica.

(Celeste)

dente di leone

SEGNALAZIONE

LO SCRIGNO DELLA MUSICA

 La musica è un giro

intorno alla vita,

è la melodia dell’anima,

è una scia di bellezza.

Quando l’ascolti

ti fa pensare a un filo

che lega l’amore

con la sinfonia.

E’ così,

la splendida vita

della musica.

(Anna)

baita d'altopiano, quasi una magia

baita d’altopiano, quasi una magia

Qui altre riflessioni e poesie scritti dai bambini: 

 Scuola Primaria in Poesia

Recensioni di Roberto Baldini

per Come briciole sparse sul mondo

il romanzo sull’attentato alle Torri Gemelle

di Aurora Cantini

dal blog “La Rubrica di Antonietta.it”

Cantini copertina Come briciole sparse sul mondo

Cantini copertina Come briciole sparse sul mondo

“L’11 settembre 2001 è una data che, purtroppo, è già passata alla storia. Non per la scoperta di una cura contro il cancro, nemmeno per un’invenzione tecnologica rivoluzionaria e neppure per essere la data di nascita di una grande mente.  E’, lo sappiamo tutti, la data dell’attentato alle Twin Towers di New York. Luisella è la tipica ragazza senza grilli per la testa, crede nell’amore e nelle cose semplici.

Un giorno, la vita, che è stata decisamente grama sino quel momento, decide di farle una sorpresa: un bel viaggio negli States. Per lei è un sogno a occhi aperti. La storia parte pochi mesi prima della sciagura e, come un conto alla rovescia diabolico, ci fa palpitare, in attesa della fatidica data…

Una storia di una ragazza non esistita, ma ugualmente reale per come viene sapientemente tratteggiata. Il suo carattere dolce e forte, il piccolo paese in cui è nata e cresciuta, le piccole abitudini… Vi sembrerà d’essere con lei e di sentire il vento che muove i sottili fili d’erba. Pregherete per la vita di Luisella, sperando che la sorte sia differente rispetto quella delle migliaia di persone che hanno perduto la vita quel tragico 11 settembre. Una carezza e un pugno nello stomaco. Questo è ciò che vi riserva questo libro, purtroppo non in egual misura.

Una storia che conosciamo già ma che ci farà giungere a una consapevolezza forse nuova, un modo d’esorcizzare la paura, un momento per rivivere attimi d’angoscia di migliaia di persone. Persone come noi, briciole sparse sul pianeta… Non la solita storia d’amore, non il solito libro dossier. Un volume magnificamente narrato, da leggere e aggiungere alla vostra biblioteca.”

(Roberto Baldini)

Cesare Marcassoli, Nembro, e il suo 11 Settembre

Cesare Marcassoli, Nembro, e il suo 11 Settembre

IL COMMENTO

Ecco qui anche il commento finale di Roberto Baldini scrittore:

“Ho appena finito di leggere “Come Briciole Sparse Sul Mondo”, e devo dire che mi ha sconvolto. Pur non amando i cosiddetti “libri-verità” non ho potuto fare a meno d’andare avanti. Davvero complimenti!”

IL BLOG DI ANTONIETTA AGOSTINI

http://antoniettaagostini.blogspot.it/2012/09/recensione-del-libro-come-briciole.html

FREEDOM TOWER, di Oscar Carrara

FREEDOM TOWER, di Oscar Carrara

IL PORTALE PAROLE IN FUGA DI ALETTI EDITORE

http://www.paroleinfuga.it/display-text.asp?IDopera=44657

L'11 settembre di Cesare Marcassoli, foto per gentile consessione

L’11 settembre di Cesare Marcassoli, foto per gentile consessione

LA RECENSIONE DI ROBERTO BALDINI

su www.sololibri.net

http://www.sololibri.net/Come-briciole-sparse-sul-mondo.html

28 – 9- 2012

“L’11 settembre 2001 è una data che, purtroppo, tutti noi ricorderemo per sempre. Non per la scoperta di una cura contro il cancro, nemmeno per una scoperta sensazionale e nemmeno per essere la data di nascita di una persona famosa. E’ la data in cui l’America ha pianto migliaia di vittime.

Luisella è la tipica ragazza senza fronzoli, crede nell’amore e nelle cose di tutti i giorni. Un bel giorno la vita decide di farle una bellissima sorpresa: un bel viaggio premio negli Stati Uniti. Per lei è un sogno che diviene realtà. La storia inizia poco tempo prima della sciagura e, come un conto alla rovescia fatale, ci dona emozioni contrastanti, in attesa della fatidica data…

Una storia di una ragazza immaginaria, anche se per noi sarà reale, la sentiremo respirare al nostro fianco. Il suo carattere dolce e forte al tempo stesso, la sua terra, con le sue tradizioni… Vi sembrerà d’essere con lei e di sentire i suoni e i profumi di quel piccolo angolo di mondo. Pregherete per la vita di Luisella, vi augurerete che la sorte decida di darle un’altra possibilità, la possibilità di vivere un amore…

“Una carezza in un pugno”, per parafrasare una celebre canzone. Questo è ciò che vi riserverà questo libro, stupendo e doloroso in egual misura. Una storia che conosciamo già ma che ci farà giungere a una consapevolezza forse nuova, un modo per ricordare degli eroi, persone che hanno lottato per altri, simili a loro. Un istante per rivivere attimi di disperazione che ci hanno coinvolti tutti. Siamo tutti uguali, briciole sparse sul pianeta… Non la solita storia d’amore, non il solito libro che parla di cose già viste. Un volume superbamente narrato, da leggere con il cuore e da aggiungere alla vostra collezione, senza riserve.”     (Roberto Baldini per Sololibri.net)

La Recensione anche sul sito della Casa Editrice:

http://www.paroleinfuga.it/display-text.asp?IDopera=44916

Le due vasche d'acqua sullo spazio delle Torri Gemelle

Le due vasche d’acqua OGGI sullo spazio delle Torri Gemelle

L’INTERVISTA ALL’AUTRICE

E ora l’intervista curata sempre da Roberto Baldini:

Intervista ad Aurora Cantini

Parole in fuga e Aurora Cantini

IL MIO COMMENTO

“Grazie a Roberto, di cui si può scoprire tutto sul piacere della lettura, tramite il blog http://scrivoleggo.blogspot.it/ e a tutti i lettori che stanno davvero dimostrando affetto verso questo mio ultimo lavoro.” Aurora

Tullio Carrara presenta la sua  recensione per

“Come briciole sparse sul mondo”,

di Aurora Cantini (Aletti Editore)

romanzo sull’attentato alle Torri Gemelle e sui fatti delll’11 settembre

La recensione sul web

La Recensione rientra nella presentazione del romanzo al Centro Cultura di Nembro, avvenuta il 13 settembre 2012, in occasione dell’Anniversario della tragedia

La serata

copertina romanzo "Come briciole sparse sul mondo" Aletti Editore, 2012

copertina romanzo “Come briciole sparse sul mondo” Aletti Editore, 2012

LA RECENSIONE

“Luisella, la protagonista del romanzo, per un caso fortuito ha l’occasione di una visita a New York, dove proprio l’11 settembre 2001 si troverà in visita su una Torre gemella, al momento dell’impatto degli aerei degli attentatori contro le due grandi costruzioni.

I momenti drammatici successivi, il crollo, le persone che volano, la disperazione crescente sono gli elementi che maggiormente si contrappongono alla vita quasi bucolica di una valle, in cui la vita scorre con tutte le sue problematiche a gravare sulle spalle dei suoi abitanti, ma anche sostanzialmente serena, scaldata dal senso di comunità, di partecipazione e di appartenenza, in cui il campo coltivato, pur sempre difficile da lavorare e da cui faticosamente si trae il sostentamento, sa pure offrirsi come palestra di silenzio e di raccoglimento per uomini e donne capaci di leggere i momenti di solitudine e di assenza del rumore come momenti anche carichi di una loro poesia e di una loro magia incomparabile…

È fondamentalmente, quello di Luisella,  un viaggio non solo fisico, ma soprattutto spirituale:

– dalla Valle Brembana a New York

– dalla fatica fisica di un ambiente comunque rassicurante alla fatica mentale di reggere un ambiente di estrema competizione, in cui l’unica tutela è data dal profitto

Silenzioso pomeriggio da Sant' Antonio Abbandonato sulla Valle Brembana

Silenzioso pomeriggio da Sant’ Antonio Abbandonato sulla Valle Brembana

È soprattutto quasi uno strappo doloroso da un tipo di vita in cui l’intimità permane un valore autentico, verso un luogo in cui l’unico substrato dell’esistenza diventa il rumore, rumore che si sintetizzerà nella sua ultima manifestazione nello scroscio delle strutture e dei vetri infranti delle torri che svuotano il cielo della loro presenza…

Ed ecco la vicenda delle Torri. Per la prima volta nella Storia viene fatta oggetto di un attacco, che potremmo definire, nelle sue modalità, militare, direttamente la popolazione civile, impegnata nelle sue occupazioni giornaliere, senza che esista una dichiarazione di guerra o alcunché di simile, e senza che la stessa possa immaginarsi chi sia il nemico.

Per la prima volta, in diretta televisiva, si sono viste le persone “volare”; con angoscia abbiamo potuto percepire il tempo che rallentava, “leggere” il terrore delle persone in fuga, figurarci la disperazione di coloro che sono rimaste intrappolate con la sola immagine della morte davanti agli occhi.” (Prof. Tullio Carrara)

IL ROMANZO

Per saperne di più sul romanzo, prenotabile in tutte le librerie tramite Circuito Mursia S.P.A. ed anche in versione eBook, ecco il link:

Come briciole sparse sul mondo

L'Eco di Bergamo e "Come briciole sparse sul mondo" di Aurora Cantini in memoria delle vittime dell'11 settembre 2001

L’Eco di Bergamo e “Come briciole sparse sul mondo” di Aurora Cantini in memoria delle vittime dell’11 settembre 2001

Dal sito “Italia della Cultura.it” la presentazione del romanzo:

Come briciole sparse sul mondo

 

Aurora Cantini a Bergamo con il romanzo "Come briciole sparse sul mondo" in memoria delle vittime dell'11 settembre

Aurora Cantini a Bergamo con il romanzo “Come briciole sparse sul mondo” in memoria delle vittime dell’11 settembre

NELL’UNDICESIMO ANNIVERSARIO DELL’ATTENTATO ALLE TORRI GEMELLE

AURORA CANTINI, POETESSA E NARRATRICE BERGAMASCA,

PRESENTA

“COME BRICIOLE SPARSE SUL MONDO”,

(Aletti Editore)

L’attentato alle Torri Gemelle visto da chi era dentro la Torre Nord, protagonista una ragazza della Valle Brembana in viaggio negli States

copertina romanzo "Come briciole sparse sul mondo" Aletti Editore, 2012

Copertina romanzo “Come briciole sparse sul mondo” Aletti Editore, 2012

 GIOVEDI’ 20 SETTEMBRE 2012  ORE 18.00

BIBLIOTECA TIRABOSCHI BERGAMO

VIA SAN BERNARDINO

DIALOGHERA’ CON L’AUTRICE   MAURIZIO LORENZI

Maurizio Lorenzi è scrittore e pubblicista, già autore dei  “Racconti sulla strada” 2005, “A modo mio” 2008, e “Racconti di strada” 2011, storie che ruotano intorno a tutto ciò che riguarda un poliziotto, lato professionale incluso. Collaboratore giornalistico con “L’Eco di Bergamo”, in passato ha pubblicato con il trimestrale “Bergamo UP”, i mensili “Detective Magazine”, “BG24cento”, “New Entry” e  “Il giornale di Polizia”,  che si può trovare sul blog Maurizio Lorenzi.it

LA SERATA SUL SITO DI ALETTI EDITORE

Il romanzo sui giorni dell’11 Settembre

Cesare Marcassoli, Nembro, e il suo 11 settembre, per gentile concessione

Cesare Marcassoli, Nembro, e il suo 11 settembre, per gentile concessione

IL ROMANZO

Per saperne di più sul romanzo, prenotabile in tutte le librerie tramite il Circuito Mursia S.P.A. ed anche in versine eBoook, qui di seguito ecco  il link:

Come briciole sparse sul mondo

LE PRESENTAZIONI

Ora i post degli eventi di presentazione del romanzo su questo blog:

Come briciole sparse sul mondo

L’AUTRICE

Aurora Cantini, insegnante di scuola primaria, poetessa e narratrice bergamasca, scrive dall’età di 10 anni, da quando creava storie sul selciato e poesie per le compagne di scuola. La prima poesia è apparsa sulla rivista nazionale Primavera quando aveva appena 14 anni. Ha pubblicato tre libri di poesie: Fiori di campo Edizioni Il Grappolo Salerno, 1993 (rieditato nel 2011); Nel migrar dei giorni, Edizioni La Conca Roma, 2000; Uno scrigno è l’amore editato Circolo Culturale Identità Pontedera, 2007. Ha dato alle stampe il primo libro di narrativa Lassù dove si toccava il cielo Edizioni Villadiseriane Bergamo 2009, sulla vita contadina del passato in Valle Seriana, presentato a Roma dalla giornalista di Rai1 Alma Grandin allo Spazio Bergamo dell’Arciconfraternita dei Bergamaschi.

Nel 2000 conferimento del titolo onorifico di “Cavaliere per la poesia” con la qualifica di “Poeta insigne” a Roma, “per i meriti faticosamente acquisiti e imperniati sulla crescita culturale del nostro Paese senza l’aiuto dei mass-media”, oltre che “Accademico d’Onore” a Caserta per “la fedeltà di questi anni alla comunicazione poetica e il costante impegno nella cultura”.

Nel 2004 premiata insieme all’Onorevole Giulio Andreotti dallo scrittore Giuseppe Todisco nella Sala Paolina di Castel Sant’Angelo a Roma. Due medaglie d’oro: poesia nel 2008 e prosa nel 2009.

Nel 2009 2^ classificata concorso “Angelo Musco – poesia, prosa e arti figurative” Accademia Internazionale Il Convivio” Giardini di Naxos Messina, presidente lo scrittore critico letterario e giornalista Giorgio Barbieri Squarotti.

Nel 2010 seconda classificata per la poesia al XXIV Premio Letterario Laurentum, Roma, uno dei più prestigiosi in Italia.  Nel 2012 1^ classificata con medaglia del Presidente della Repubblica Napolitano alla 10^ edizione del concorso internazionale San Maurelio, Ferrara, sezione narrativa, con l’Alto Gradimento de La Presidenza della Repubblica, la Presidenza del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati e del Consiglio dei Ministri, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Ministero della Pubblica Istruzione. Numerosi primi posti in moltissimi concorsi letterari nazionali e internazionali. Molti interventi nelle scuole primarie sul tema della poesia. Collabora da esterna con il Portale Web della Val Seriana www.vivisulserio.it e con www.bergamasca.net

Biblioteca Tiraboschi locandina romanzo "Come briciole sparse sul mondo" di Aurora Cantini

Biblioteca Tiraboschi locandina romanzo “Come briciole sparse sul mondo” di Aurora Cantini

Anniversario attentato alle Torri Gemelle

a Nembro presentazione del romanzo

“Come briciole sparse sul mondo” di Aurora Cantini

poetessa e narratrice bergamasca

Locandina Ricordando l'11 settembre

Locandina Ricordando l’11 settembre

La tragedia che ha sconvolto il mondo vista da chi era dentro la Torre Nord,

protagonista una ragazza italiana partita dalla Valle Brembana e il suo  viaggio negli States

copertina romanzo "Come briciole sparse sul mondo" Aletti Editore, 2012

copertina romanzo “Come briciole sparse sul mondo” Aletti Editore, 2012

LA SERATA

Interverranno, oltre all’autrice, i coniugi Cristiano e Mariangela Gardani, di Sant’Omobono Terme,  testimoni oculari della tragedia a New York.

Verranno proiettate le immagini scattate dal nembrese Cesare Marcassoli, emigrato in America e ora in Canada,  tra i primi a giungere sotto le Torri per portare soccorso e rimuovere le macerie. Con lui il fratello Mario Olivo, che era stato coinvolto nella costruzione delle fondamenta delle Torri nel lontano 1969.

Moderatore il professor Tullio Carrara con la sua  Recensione

LA SERATA SUL SITO DEL COMUNE DI NEMBRO

Il romanzo sull’attentato alle Torri Gemelle

LA SERATA SUL SITO DI ALETTI EDITORE

Il romanzo sui giorni dell’11 settembre

DSCF0164

Cesare Marcassoli, Nembro, e il suo 11 settembre, per gentile concessione

IL ROMANZO

Per saperne di più sul romanzo, prenotabile in tutte le librerie tramite Circuito Mursia S.P.A. ed anche in versione eBook ecco il link da questo blog:

Come briciole sparse sul mondo

LA DESCRIZIONE DEL ROMANZO

«Ora che nulla di me è rimasto, se non polvere nel vento, vago e mi poso sopra i volti di coloro che sono sopravvissuti e hanno ripreso a vivere. Sono nel cuore dei nuovi nati, che porteranno negli occhi e nel respiro qualcosa di me».  (Da “Come briciole sparse sul mondo”)

Scrive Sara Stefanini, critica letteraria, nella sua recensione:

“Il romanzo è scandito, come in un diario, dallo scorrere dei giorni e delle ore. Spezzato sapientemente da comunicati radio “in tempo reale” e splendide poesie che descrivono le anime delle vittime «Adesso non ho più nome, né casa, la mia voce è dispersa oltre le nuvole, oltre la notte». E immortala anche le vivide sensazioni dei familiari: «Ora che i giorni si perdono come bambini nelle nebbie del giardino, sul guanciale di un uomo rimane solo l’impronta di un corpo, per sempre svanito dietro lo sguardo chiuso».

Dopo le 8.45 di quell’ormai lontano 11 settembre 2001, 90 paesi piansero le 2974 vittime e 24 sono ancora le salme disperse. Resti di ossa non identificate vennero trovate ancora nel 2006. Le due Torri ed i cinque edifici del complesso, distrutti. Insignita di premi e medaglie d’oro alla scrittura, la scrittrice bergamasca con “Come briciole sparse sul mondo” denuncia anche lo spopolamento dei paesi e delle poche nascite nelle campagne ma anche in montagna.

Manca, secondo lei, lo spirito per apprezzare la natura incontaminata e la voglia di capirla. Lavorare nei campi e trascorrere l’inverno in montagna non è una passeggiata, ma questo servirebbe per temprare l’essere umano. Centrale, ovviamente, la tragedia dell’11 settembre che ha sconvolto gli animi di tutti. Luisella, la ragazza protagonista, è solo una testimonianza immaginaria di quello che realmente è accaduto.

L’autrice, insegnante nelle scuole primarie, poetessa e scrittrice, riesce bene a trasmettere le sensazioni provate e l’angoscia di chi viveva quel tragico momento. Una domenica pomeriggio di metà febbraio del 2011, Aurora Cantini, cominciò a scrivere il romanzo tutto d’un fiato, ispirata dal viaggio della sorella negli States e dalle prime pagine dei quotidiani del 2001. Ha già pubblicato tre libri di poesie (Fiori di campo, Uno scrigno è l’amore, Nel migrar dei giorni) e il libro di narrativa, Lassù dove si toccava il cielo, centrato sulla vita contadina della Valle Seriana negli Anni 50 – 75.”      (Sara Stefanini)

L’ARTICOLO

Articolo sul mensile IL NEMBRO per Come briciole sparse sul mondo, della bergamasca Aurora Cantini

Articolo sul mensile IL NEMBRO per Come briciole sparse sul mondo, della bergamasca Aurora Cantini

 

 

 

Powered by WordPress Web Design by SRS Solutions © 2017 Le Ali dell'Aurora Design by SRS Solutions